A A A A A

Dio: [Maledizione]


Levitico 20:9
Chiunque maledice suo padre o sua madre dovrà essere messo a morte; ha maledetto suo padre o sua madre; il suo sangue ricadrà su di lui.

Deuteronomio 28:15
Ma se non ubbidisci alla voce del SIGNORE tuo Dio, se non hai cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti e tutte le sue leggi che oggi ti do, avverrà che tutte queste maledizioni verranno su di te e si compiranno per te:

Esodo 21:17
Chi maledice suo padre o sua madre dev' essere messo a morte.

Geremia 15:10
Me infelice! o madre mia, perché mi hai fatto nascere uomo di lite e di contesa per tutto il paese! io non do né prendo in prestito, eppure tutti mi maledicono.

Galati 3:13
Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge, essendo divenuto maledizione per noi (poiché sta scrit to: «Maledetto chiunque è appeso al legno»),

Esodo 34:7
che conserva la sua bontà fino alla millesima generazione, che perdona l' iniquità, la trasgressione e il peccato ma non terrà il colpevole per innocente; che punisce l' iniquità dei padri sopra i figli e sopra i figli dei figli, fino alla terza e alla quarta generazione!»

Luca 6:28
benedite quelli che vi maledicono, pregate per quelli che vi oltraggiano.

Numeri 14:18
"Il SIGNORE è lento all' ira e grande in bontà; egli perdona l' iniquità e il peccato, ma non lascia impunito il colpevole e punisce l' iniquità dei padri sui figli, fino alla terza e alla quarta generazione".

Genesi 3:17
Ad Adamo disse: «Poiché hai dato ascolto alla voce di tua moglie e hai mangiato del frutto dall' albero circa il quale io ti avevo ordinato di non mangiarne, il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con affanno, tutti i giorni della tua vita.

Proverbi 26:2
Come il passero vaga qua e là e la rondine vola, così la maledizione senza motivo, non raggiunge l' effetto.

Deuteronomio 5:9
Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l' iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano,

Galati 5:1
Cristo ci ha liberati perché fossimo liberi; state dunque saldi e non vi lasciate porre di nuovo sotto il giogo della schiavitù.

Esodo 20:5
Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l' iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano,

2 Corinzi 5:17
Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove.

1 Giovanni 4:4
Voi siete da Dio, figlioli, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo.

2 Samuele 16:5-8
[5] Quando il re Davide fu giunto a Baurim, uscì di là un uomo, imparentato con la famiglia di Saul, di nome Simei, figlio di Ghera. Egli veniva avanti pronunziando maledizioni[6] e gettando sassi contro Davide e contro tutti i servitori del re Davide, mentre tutto il popolo e tutti gli uomini valorosi stavano alla destra e alla sinistra del re.[7] Simei, malediceva Davide, dicendo: «Vattene, vattene, uomo sanguinario, scellerato![8] Il SIGNORE fa ricadere sul tuo capo tutto il sangue della casa di Saul, al posto del quale tu hai regnato; il SIGNORE ha dato il regno nelle mani di Absalom, tuo figlio; e ora hai le sciagure che ti sei meritato, perché sei un uomo sanguinario».

Deuteronomio 21:23
Il suo cadavere non rimarrà tutta la notte sull' albero, ma lo seppellirai senza indugio lo stesso giorno, perché il cadavere appeso è maledetto da Dio, e tu non contaminerai la terra che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dà come eredità.

Esodo 20:5-6
[5] Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l' iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano,[6] e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

1 Samuele 17:43
Il Filisteo disse a Davide: «Sono forse un cane, ché tu vieni contro di me con il bastone?» E maledisse Davide in nome dei suoi dèi;

Ezechiele 18:20
La persona che pecca è quella che morirà, il figlio non pagherà per l' iniquità del padre, e il padre non pagherà per l' iniquità del figlio; la giustizia del giusto sarà sul giusto, l' empietà dell' empio sarà sull' empio.

Geremia 31:29-30
[29] «In quei giorni non si dirà più: "I padri hanno mangiato uva acerba e i denti dei figli si sono allegati",[30] ma ognuno morirà per la propria iniquità; chiunque mangerà l' uva acerba avrà i denti allegati.

Esodo 20:6
e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

Deuteronomio 18:10-12
[10] Non si trovi in mezzo a te chi fa passare suo figlio o sua figlia per il fuoco, né chi esercita la divinazione, né astrologo, né chi predice il futuro, né mago,[11] né incantatore, né chi consulta gli spiriti, né chi dice la fortuna, né negromante,[12] perché il SIGNORE detesta chiunque fa queste cose; a motivo di queste pratiche abominevoli, il SIGNORE, il tuo Dio, sta per scacciare quelle nazioni dinanzi a te.

Romani 8:37-39
[37] Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati.[38] Infatti sono persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future,[39] né potenze, né altezza, né profondità, né alcun' altra creatura potranno separarci dall' amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.

1 Pietro 5:8-9
[8] Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, gira come un leone ruggente cercando chi possa divorare.[9] Resistetegli stando fermi nella fede, sapendo che le medesime sofferenze affliggono i vostri fratelli sparsi per il mondo.

Genesi 3:17-19
[17] Ad Adamo disse: «Poiché hai dato ascolto alla voce di tua moglie e hai mangiato del frutto dall' albero circa il quale io ti avevo ordinato di non mangiarne, il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con affanno, tutti i giorni della tua vita.[18] Esso ti produrrà spine e rovi, e tu mangerai l' erba dei campi;[19] mangerai il pane con il sudore del tuo volto, finché tu ritorni nella terra da cui fosti tratto; perché sei polvere e in polvere ritornerai».

Genesi 4:10-12
[10] Il SIGNORE disse: «Che hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra.[11] Ora tu sarai maledetto, scacciato lontano dalla terra che ha aperto la sua bocca per ricevere il sangue di tuo fratello dalla tua mano.[12] Quando coltiverai il suolo, esso non ti darà più i suoi prodotti e tu sarai vagabondo e fuggiasco sulla terra».

Genesi 9:18-27
[18] I figli di Noè che uscirono dall' arca erano Sem, Cam e Iafet; e Cam è il padre di Canaan.[19] Questi sono i tre figli di Noè; da loro fu popolata tutta la terra.[20] Noè, che era agricoltore, cominciò a piantare la vigna[21] e bevve del vino; s' inebriò e si denudò in mezzo alla sua tenda.[22] Cam, padre di Canaan, vide la nudità di suo padre e andò a dirlo, fuori, ai suoi fratelli.[23] Ma Sem e Iafet presero il suo mantello, se lo misero insieme sulle spalle e, camminando all' indietro, coprirono la nudità del loro padre. Siccome avevano il viso rivolto dalla parte opposta, non videro la nudità del loro padre.[24] Quando Noè si svegliò dalla sua ebbrezza, seppe quello che gli aveva fatto il figlio minore e disse:[25] «Maledetto Canaan! Sia servo dei servi dei suoi fratelli!»[26] Disse ancora: «Benedetto sia il SIGNORE, Dio di Sem; e sia Canaan suo servo![27] Dio estenda Iafet! e abiti nelle tende di Sem e sia Canaan suo servo!»

1 Re 2:32-46
[32] Il SIGNORE farà ricadere sul suo capo il suo sangue, perché colpì due uomini più giusti e migliori di lui, e li uccise con la spada, senza che Davide mio padre ne sapesse nulla: Abner, figlio di Ner, capitano dell' esercito d' Israele, e Amasa, figlio di Ieter, capitano dell' esercito di Giuda.[33] Il loro sangue ricadrà sul capo di Ioab e sul capo della sua discendenza per sempre, ma vi sarà pace per sempre da parte del SIGNORE per Davide, per la sua discendenza, per la sua casa e per il suo trono».[34] Allora Benaia, figlio di Ieoiada, salì, lo colpì e lo uccise; e Ioab fu sepolto in casa sua nel deserto.[35] Al suo posto il re fece capo dell' esercito Benaia, figlio di Ieoiada, e mise il sacerdote Sadoc al posto di Abiatar.[36] Poi il re mandò a chiamare Simei e gli disse: «Costruisciti una casa in Gerusalemme per abitarvi, e non ne uscire per andare qua o là;[37] perché il giorno che ne uscirai e oltrepasserai il torrente Chidron, sappi per certo che morirai; il tuo sangue ricadrà sul tuo capo».[38] Simei rispose al re: «Sta bene; il tuo servo farà come il re, mio signore, ha detto». E Simei abitò a Gerusalemme per molto tempo.[39] Tre anni dopo, due servi di Simei fuggirono presso Achis, figlio di Maaca, re di Gat. La cosa fu riferita a Simei, e gli fu detto: «Ecco, i tuoi servi sono a Gat».[40] Simei si alzò, sellò il suo asino e andò a Gat, da Achis, in cerca dei suoi servi; andò, e condusse via da Gat i suoi servi.[41] Fu riferito a Salomone che Simei era andato da Gerusalemme a Gat, ed era tornato.[42] Il re mandò a chiamare Simei e gli disse: «Non ti avevo fatto giurare per il SIGNORE, e non t' avevo solennemente avvertito, dicendoti: "Sappi per certo che il giorno che uscirai per andare qua o là, morirai"? E tu non mi rispondesti: "Ho udito la tua parola: sta bene"?[43] Perché dunque non hai mantenuto il giuramento fatto al SIGNORE e non hai osservato l' ordine che ti avevo dato?»[44] Il re disse inoltre a Simei: «Tu sai tutto il male che facesti a Davide mio padre; il tuo cuore ne è consapevole; ora il SIGNORE fa ricadere sul tuo capo la tua malvagità;[45] ma il re Salomone sarà benedetto e il trono di Davide sarà reso stabile per sempre davanti al SIGNORE».[46] E il re ordinò a Benaia, figlio di Ieoiada, di andare a ucciderlo. E quello morì. Così il regno rimase saldo nelle mani di Salomone.

Giobbe 2:9
Ma lascia stare Dio, e muori!»

Giobbe 19:17
Il mio fiato ripugna a mia moglie, faccio pietà a chi nacque dal seno di mia madre.

Giobbe 1:10
Non l' hai forse circondato di un riparo, lui, la sua casa, e tutto quel che possiede? Tu hai benedetto l' opera delle sue mani e il suo bestiame ricopre tutto il paese.

Efesini 6:10-17
[10] Del resto, fortificatevi nel Signore e nella forza della sua potenza.[11] Rivestitevi della completa armatura di Dio, affinché possiate star saldi contro le insidie del diavolo;[12] il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti.[13] Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere.[14] State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi; rivestitevi della corazza della giustizia;[15] mettete come calzature ai vostri piedi lo zelo dato dal vangelo della pace;[16] prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno.[17] Prendete anche l' elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio;

Matteo 5:22
ma io vi dico: chiunque si adira contro suo fratello sarà sottoposto al tribunale; e chi avrà detto a suo fratello: "Raca" sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli avrà detto: "Pazzo!" sarà condannato alla geenna del fuoco.

Romani 3:23
tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio-

Romani 6:23
perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.

Genesi 9:25
«Maledetto Canaan! Sia servo dei servi dei suoi fratelli!»

Salmi 104:9
Tu hai posto alle acque un limite che non oltrepasseranno; esse non torneranno a coprire la terra.

Genesi 6:12
Dio guardò la terra; ed ecco, era corrotta, poiché tutti erano diventati corrotti sulla terra.

Genesi 7:20
Le acque salirono quindici cubiti al di sopra delle vette dei monti; le montagne furono coperte.

Genesi 8:5-9
[5] Le acque andarono diminuendo fino al decimo mese. Nel decimo mese, il primo giorno del mese, apparvero le vette dei monti.[6] Dopo quaranta giorni, Noè aprì la finestra che aveva fatta nell' arca[7] e mandò fuori il corvo, il quale uscì, andando e tornando, finché le acque furono prosciugate sulla terra.[8] Poi mandò fuori la colomba per vedere se le acque fossero diminuite sulla superficie della terra.[9] La colomba non trovò dove posare la pianta del suo piede e tornò a lui nell' arca, perché c' erano le acque sulla superficie di tutta la terra; ed egli stese la mano, la prese e la portò con sé dentro l' arca.

Genesi 9:11
Io stabilisco il mio patto con voi; nessun essere vivente sarà più sterminato dalle acque del diluvio e non ci sarà più diluvio per distruggere la terra».

Romani 12:14
Benedite quelli che vi perseguitano. Benedite e non maledite.

Italian Bible NR 1994
Copyright © 1994 Società Biblica di Ginevra