A A A A A

Segni matematici: [Numero 5]


Apocalisse 13:5-18
[5] E le fu data una bocca che proferiva cose grandi e bestemmie; e le fu data potestà di operare per quarantadue mesi.[6] Essa aperse la sua bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il suo nome, il suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo.[7] E le fu dato di far guerra ai santi e di vincerli; e le fu dato autorità sopra ogni tribú, lingua e nazione.[8] E l’adoreranno tutti gli abitanti della terra, i cui nomi non sono scritti nel libro della vita dell’Agnello, che è stato ucciso fin dalla fondazione del mondo.[9] Se uno ha orecchi, ascolti,[10] Se uno conduce in cattività, andrà in cattività; se uno uccide con la spada, deve essere ucciso con la spada. Qui è la costanza e la fede dei santi.[11] Poi vidi un’altra bestia, che saliva dalla terra, ed aveva due corna simili a quelle di un agnello, ma parlava come un dragone.[12] Essa esercitava tutta l’autorità della prima bestia davanti a lei, e faceva sí che la terra e i suoi abitanti adorassero la prima bestia, la cui piaga mortale era stata guarita.[13] E faceva grandi prodigi, facendo persino scendere fuoco dal cielo sulla terra in presenza degli uomini,[14] e seduceva gli abitanti della terra per mezzo dei prodigi che le era dato di fare davanti alla bestia, dicendo agli abitanti della terra di fare un’immagine alla bestia, che aveva ricevuto la ferita della spada ed era tornata in vita.[15] E le fu concesso di dare uno spirito all’immagine della bestia, affinché l’immagine della bestia parlasse, e di far sí che tutti coloro che non adoravano l’immagine della bestia fossero uccisi.[16] Inoltre faceva sí che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla loro mano destra o sulla loro fronte,[17] e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o il numero del suo nome.[18] Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.

Matteo 19:9
Or io vi dico che chiunque manda via la propria moglie, eccetto in caso di fornicazione, e ne sposa un’altra, commette adulterio; e chi sposa colei che è stata mandata via, commette adulterio«.

Apocalisse 11:2-3
[2] ma tralascia il cortile che è fuori del tempio e non misurarlo, perché è stato dato ai gentili, ed essi calpesteranno la santa città per quarantadue mesi.[3] Ma io darò ai miei due testimoni di profetizzare, ed essi profetizzeranno milleduecentosessanta giorni, vestiti di sacco.

Matteo 5:32
Ma io vi dico: Chiunque manda via la propria moglie, eccetto in caso di fornicazione, la fa essere adultera e chiunque sposa una donna ripudiata commette adulterio.

2 Timoteo 3:16
Tutta la Scrittura è divinamente ispirata e utile a insegnare, a convincere, a correggere e a istruire nella giustizia,

Apocalisse 4:6-8
[6] E davanti al trono c’era come un mare di vetro simile a cristallo, ed in mezzo al trono e attorno al trono c’erano quattro esseri viventi, pieni di occhi davanti e di dietro.[7] Il primo essere vivente era simile a un leone, il secondo essere vivente simile a un vitello, il terzo essere vivente aveva la faccia come un uomo e il quarto era simile a un’aquila.[8] I quattro esseri viventi avevano ognuno sei ali e intorno e dentro erano pieni di occhi; e non cessano mai né giorno né notte, di dire: »Santo, santo, santo e il Signore Dio, l’Onnipotente, che era, che è e che ha da venire!«.

Numeri 5:11-31
[11] L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo:[12] »Parla ai figli d’Israele e di’ loro: Se una donna si svia dal marito e commette una infedeltà contro di lui,[13] e un uomo ha rapporti sessuali con lei, ma la cosa è nascosta agli occhi di suo marito; quando la sua contaminazione rimane nascosta, perché non c’è alcun testimone contro di lei e non è stata colta sul fatto,[14] se uno spirito di gelosia lo prende ed egli diventa geloso della moglie che si è contaminata; oppure, se uno spirito di gelosia lo prende ed egli diventa geloso della moglie anche se essa non si è contaminata,[15] l’uomo condurrà sua moglie dal sacerdote e porterà un’offerta per lei: un decimo d’efa di farina d’orzo; non vi verserà sopra olio né vi metterà sopra incenso, perché è un’oblazione di cibo per gelosia, un’oblazione commemorativa, destinata a ricordare una colpa.[16] Il sacerdote farà avvicinare la donna e la farà stare in piedi davanti all’Eterno.[17] Poi il sacerdote prenderà dell’acqua santa in un vaso di terra; prenderà pure della polvere che è sul pavimento del tabernacolo e la metterà nell’acqua.[18] Il sacerdote farà quindi stare la donna in piedi davanti all’Eterno, le scoprirà il capo e metterà nelle sue mani l’oblazione commemorativa, che è l’oblazione di cibo per la gelosia, mentre il sacerdote avrà in mano l’acqua amara che porta maledizione.[19] Poi il sacerdote farà giurare la donna e le dirà: »Se nessun uomo si è coricato con te e se non ti sei sviata per contaminarti, mentre eri sposata a tuo marito, sii immune da ogni effetto nocivo di quest’acqua amara che porta maledizione.[20] Ma se tu ti sei sviata, mentre eri sposata a tuo marito, e ti sei contaminata e un uomo che non sia tuo marito ha avuto rapporti sessuali con te"[21] allora il sacerdote farà giurare la donna con un giuramento di maledizione e le dirà: »L’Eterno faccia di te un oggetto di maledizione e di imprecazione fra il tuo popolo, quando farà dimagrire i tuoi fianchi e gonfiare il tuo ventre;[22] e quest’acqua che porta maledizione ti entri nelle viscere e ti faccia gonfiare il ventre e dimagrire i fianchi!". E la donna dirà: »Amen! Amen!«.[23] Poi il sacerdote scriverà queste maledizioni in un rotolo e le farà scomparire nell’acqua amara.[24] Farà quindi bere alla donna dell’acqua amara che porta maledizione e l’acqua che porta maledizione entrerà in lei per produrre amarezza;[25] poi il sacerdote prenderà dalle mani della donna l’oblazione di cibo per la gelosia, agiterà l’oblazione davanti all’Eterno e l’offrirà sull’altare;[26] il sacerdote prenderà una manciata dell’oblazione di cibo come suo ricordo e la farà fumare sull’altare; quindi farà bere l’acqua alla donna.[27] Dopo che le avrà fatto bere l’acqua, avverrà che se ella si è contaminata e ha commesso una infedeltà contro suo marito, l’acqua che porta maledizione entrerà in lei per produrre amarezza; il suo ventre gonfierà, i suoi fianchi dimagriranno e quella donna diventerà una maledizione in mezzo al suo popolo.[28] Ma se la donna non si è contaminata ed è pura sarà riconosciuta innocente e avrà dei figli.[29] Questa è la legge per la gelosia, nel caso in cui una moglie, mentre è sposata a un uomo, si svia e si contamina,[30] o nel caso in cui lo spirito di gelosia prende un uomo e questi diventa geloso di sua moglie; egli farà comparire sua moglie davanti all’Eterno e il sacerdote applicherà a lei questa legge integralmente.[31] Il marito sarà immune da colpa, ma la donna porterà la pena della sua iniquità«.

1 Re 7:23
Poi fece il mare di metallo fuso, di forma circolare, che da un orlo all’altro misurava dieci cubiti; la sua altezza era di cinque cubiti e la sua circonferenza di trenta cubiti.

Deuteronomio 6:4
Ascolta, Israele: l’Eterno, il nostro DIO, l’Eterno è uno.

Malachia 3:10
Portate tutte le decime alla casa del tesoro, perché vi sia cibo nella mia casa, e poi mettetemi alla prova in questo«. dice l’Eterno degli eserciti, »se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non avrete spazio sufficiente ove riporla.

Salmi 104:9
Tu hai posto alle acque un limite da non oltrepassare; esse non torneranno a coprire la terra.

Genesi 6:12
Ora DIO guardò sulla terra ed ecco, era corrotta. perché ogni carne sulla terra aveva corrotto la sua condotta.

Genesi 7:20
Le acque si alzarono quindici cubiti al di sopra di esse; e le montagne furono coperte.

Genesi 8:5-9
[5] E le acque andarono diminuendo fino al decimo mese. Nel decimo mese il primo giorno del mese, apparvero le vette dei monti.[6] Così, in capo a quaranta giorni, avvenne che Noè aperse la finestra che aveva fatto nell’arca,[7] e mandò fuori il corvo, che continuò ad andare avanti e indietro, finché le acque furono asciugate sulla terra.[8] Poi mandò fuori la colomba, per vedere se le acque fossero diminuite sulla superficie della terra.[9] Ma la colomba non trovò dove posare la pianta del suo piede, e tornò a lui nell’arca, perché c’erano ancora acque sulla superficie di tutta la terra; ed egli stese la mano, la prese e la trasse a sé nell’arca.

Genesi 9:11
Io stabilisco il mio patto con voi: nessuna carne sarà piú sterminata dalle acque del diluvio, e non ci sarà piú diluvio per distruggere la terra«.

Genesi 1:31
Allora DIO vide tutto ciò che aveva fatto, ed ecco, era molto buono. Così fu sera poi fu mattina: il sesto giorno.

Genesi 3:15
E io porrò inimicizia fra te e la donna e fra il tuo seme e il seme di lei; esso ti schiaccerà il capo, e tu ferirai il suo calcagno«.

1 Corinzi 10:13
Nessuna tentazione vi ha finora colti se non umana, or Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze, ma con la tentazione vi darà anche la via d’uscita, affinché la possiate sostenere.

Esodo 20:13
Non ucciderai.

Italian Bible La Nuova Diodati
Copyrighted: 1991 La Nuova Diodati