A A A A A

Carattere Buon: [Responsabilità]


Romani 14:12
Quindi ciascuno di noi renderà conto a Dio di se stesso.

Romani 1:20
Infatti, dalla creazione del mondo in poi, le sue perfezioni invisibili possono essere contemplate con l`intelletto nelle opere da lui compiute, come la sua eterna potenza e divinità;

Proverbi 27:17
Il ferro si aguzza con il ferro e l`uomo aguzza l`ingegno del suo compagno.

Giacomo 5:16
Confessate perciò i vostri peccati gli uni agli altri e pregate gli uni per gli altri per essere guariti. Molto vale la preghiera del giusto fatta con insistenza.

Romani 2:12
Tutti quelli che hanno peccato senza la legge, periranno anche senza la legge; quanti invece hanno peccato sotto la legge, saranno giudicati con la legge.

Luca 12:47-48
[47] Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse;[48] quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più.

1 Tessalonicesi 5:11
Perciò confortatevi a vicenda edificandovi gli uni gli altri, come già fate.

Giacomo 4:17
Chi dunque sa fare il bene e non lo compie, commette peccato.

Romani 4:15
La legge infatti provoca l`ira; al contrario, dove non c`è legge, non c`è nemmeno trasgressione.

1 Timoteo 1:10
i fornicatori, i pervertiti, i trafficanti di uomini, i falsi, gli spergiuri e per ogni altra cosa che è contraria alla sana dottrina,

Matteo 12:36
Ma io vi dico che di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio;

Luca 12:48
quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più.

Ezechiele 18:20
Colui che ha peccato e non altri deve morire; il figlio non sconta l`iniquità del padre, né il padre l`iniquità del figlio. Al giusto sarà accreditata la sua giustizia e al malvagio la sua malvagità.

Efesini 5:21
Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo.

Ebrei 10:25
non disertando le nostre riunioni, come alcuni hanno l`abitudine di fare, ma esortandoci a vicenda; tanto più che potete vedere come il giorno si avvicina.

Ezechiele 33:8
Se io dico all`empio: Empio tu morirai, e tu non parli per distoglier l`empio dalla sua condotta, egli, l`empio, morirà per la sua iniquità; ma della sua morte chiederò conto a te.

Matteo 12:36-37
[36] Ma io vi dico che di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio;[37] poiché in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato".

Galati 6:1-2
[1] Fratelli, qualora uno venga sorpreso in qualche colpa, voi che avete lo Spirito correggetelo con dolcezza. E vigila su te stesso, per non cadere anche tu in tentazione.[2] Portate i pesi gli uni degli altri, così adempirete la legge di Cristo.

Ebrei 10:24
Cerchiamo anche di stimolarci a vicenda nella carità e nelle opere buone,

Salmi 51:5
Tu preferisci il male al bene, la menzogna al parlare sincero.

1 Giovanni 2:2
Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

2 Corinzi 5:10
Tutti infatti dobbiamo comparire davanti al tribunale di Cristo, ciascuno per ricevere la ricompensa delle opere compiute finché era nel corpo, sia in bene che in male.

2 Corinzi 4:17-18
[17] Infatti il momentaneo, leggero peso della nostra tribolazione, ci procura una quantità smisurata ed eterna di gloria,[18] perché noi non fissiamo lo sguardo sulle cose visibili, ma su quelle invisibili. Le cose visibili sono d`un momento, quelle invisibili sono eterne.

Efesini 4:25
Perciò, bando alla menzogna: dite ciascuno la verità al proprio prossimo; perché siamo membra gli uni degli altri.

Galati 6:2
Portate i pesi gli uni degli altri, così adempirete la legge di Cristo.

Atti 14:17
ma non ha cessato di dar prova di sé beneficando, concedendovi dal cielo piogge e stagioni ricche di frutti, fornendovi il cibo e riempiendo di letizia i vostri cuori".

2 Corinzi 2:6
Per quel tale però è già sufficiente il castigo che gli è venuto dai più,

1 Samuele 16:7
Il Signore rispose a Samuele: "Non guardare al suo aspetto né all`imponenza della sua statura. Io l`ho scartato, perchè io non guardo ciò che guarda l`uomo. L`uomo guarda l`apparenza, il Signore guarda il cuore".

1 Corinzi 1:10
Vi esorto pertanto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, ad essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e d`intenti.

2 Re 12:4-5
[4] Ma non scomparvero le alture, infatti il popolo tuttora sacrificava e offriva incenso sulle alture.[5] Ioas disse ai sacerdoti: "Tutto il denaro delle rendite sacre, che viene portato nel tempio del Signore, il denaro che uno versa per il proprio riscatto e tutto il denaro offerto spontaneamente al tempio,

Salmi 82:1
Canto. Salmo. Di Asaf.

Salmi 82:6
Hanno tramato insieme concordi, contro di te hanno concluso un`alleanza;

Giobbe 1:6-12
[6] Un giorno, i figli di Dio andarono a presentarsi davanti al Signore e anche satana andò in mezzo a loro.[7] Il Signore chiese a satana: "Da dove vieni?". Satana rispose al Signore: "Da un giro sulla terra, che ho percorsa".[8] Il Signore disse a satana: "Hai posto attenzione al mio servo Giobbe? Nessuno è come lui sulla terra: uomo integro e retto, teme Dio ed è alieno dal male".[9] Satana rispose al Signore e disse: "Forse che Giobbe teme Dio per nulla?[10] Non hai forse messo una siepe intorno a lui e alla sua casa e a tutto quanto è suo? Tu hai benedetto il lavoro delle sue mani e il suo bestiame abbonda di terra.[11] Ma stendi un poco la mano e tocca quanto ha e vedrai come ti benedirà in faccia!".[12] Il Signore disse a satana: "Ecco, quanto possiede è in tuo potere, ma non stender la mano su di lui". Satana si allontanò dal Signore.

Giobbe 2:1-7
[1] Quando un giorno i figli di Dio andarono a presentarsi al Signore, anche satana andò in mezzo a loro a presentarsi al Signore.[2] Il Signore disse a satana: "Da dove vieni?". Satana rispose al Signore: "Da un giro sulla terra che ho percorsa".[3] Il Signore disse a satana: "Hai posto attenzione al mio servo Giobbe? Nessuno è come lui sulla terra: uomo integro e retto, teme Dio ed è alieno dal male. Egli è ancor saldo nella sua integrità; tu mi hai spinto contro di lui, senza ragione, per rovinarlo".[4] Satana rispose al Signore: "Pelle per pelle; tutto quanto ha, l`uomo è pronto a darlo per la sua vita.[5] Ma stendi un poco la mano e toccalo nell`osso e nella carne e vedrai come ti benedirà in faccia!".[6] Il Signore disse a satana: "Eccolo nelle tue mani! Soltanto risparmia la sua vita".[7] Satana si allontanò dal Signore e colpì Giobbe con una piaga maligna, dalla pianta dei piedi alla cima del capo.

1 Cronache 28:8
Ora, davanti a tutto Israele, assemblea del Signore, e davanti al nostro Dio che ascolta, vi scongiuro: osservate e praticate tutti i decreti del Signore vostro Dio, perché possediate questo buon paese e lo passiate in eredità ai vostri figli dopo di voi, per sempre.

Italian Bible CEI 1971
Public Domain: CEI 1971