A A A A A

Dio: [Maledizione]


Levitico 20:9
Chiunque maltratta suo padre o sua madre dovrà essere messo a morte; ha maltrattato suo padre o sua madre: il suo sangue ricadrà su di lui.

Deuteronomio 28:15
Ma se non obbedirai alla voce del Signore tuo Dio, se non cercherai di eseguire tutti i suoi comandi e tutte le sue leggi che oggi io ti prescrivo, verranno su di te e ti raggiungeranno tutte queste maledizioni:

Esodo 21:17
Colui che maledice suo padre o sua madre sarà messo a morte.

Geremia 15:10
Me infelice, madre mia, che mi hai partorito oggetto di litigio e di contrasto per tutto il paese! Non ho preso prestiti, non ho prestato a nessuno, eppure tutti mi maledicono.

Galati 3:13
Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge, diventando lui stesso maledizione per noi, come sta scritto: Maledetto chi pende dal legno,

Esodo 34:7
che conserva il suo favore per mille generazioni, che perdona la colpa, la trasgressione e il peccato, ma non lascia senza punizione, che castiga la colpa dei padri nei figli e nei figli dei figli fino alla terza e alla quarta generazione".

Luca 6:28
benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano.

Numeri 14:18
Il Signore è lento all`ira e grande in bontà, perdona la colpa e la ribellione, ma non lascia senza punizione; castiga la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione.

Genesi 3:17
All`uomo disse: "Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell`albero, di cui ti avevo comandato: Non ne devi mangiare, maledetto sia il suolo per causa tua! Con dolore ne trarrai il cibo per tutti i giorni della tua vita.

Proverbi 26:2
Come il passero che svolazza, come la rondine che vola, così una maledizione senza motivo non avverrà.

Deuteronomio 5:9
Non ti prostrerai davanti a quelle cose e non le servirai. Perché io il Signore tuo Dio sono un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione per quanti mi odiano,

Galati 5:1
Cristo ci ha liberati perché restassimo liberi; state dunque saldi e non lasciatevi imporre di nuovo il giogo della schiavitù.

Esodo 20:5
Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano,

2 Corinzi 5:17
Quindi se uno è in Cristo, è una creatura nuova; le cose vecchie sono passate, ecco ne sono nate di nuove.

1 Giovanni 4:4
Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo.

2 Samuele 16:5-8
[5] Quando poi il re Davide fu giunto a Bacurìm, ecco uscire di là un uomo della stessa famiglia della casa di Saul, chiamato Simeì, figlio di Ghera. Egli usciva imprecando[6] e gettava sassi contro Davide e contro tutti i ministri del re Davide, mentre tutto il popolo e tutti i prodi stavano alla destra e alla sinistra del re.[7] Simeì, maledicendo Davide, diceva: "Vattene, vattene, sanguinario, scellerato![8] Il Signore ha fatto ricadere sul tuo capo tutto il sangue della casa di Saul, al posto del quale regni; il Signore ha messo il regno nelle mani di Assalonne tuo figlio ed eccoti nella sventura che hai meritato, perché sei un sanguinario".

Deuteronomio 21:23
il suo cadavere non dovrà rimanere tutta la notte sull`albero, ma lo seppellirai lo stesso giorno, perché l`appeso è una maledizione di Dio e tu non contaminerai il paese che il Signore tuo Dio ti dá in eredità.

Esodo 20:5-6
[5] Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano,[6] ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandi.

1 Samuele 17:43
Il Filisteo gridò verso Davide: "Sono io forse un cane, perchè tu venga a me con un bastone?". E quel Filisteo maledisse Davide in nome dei suoi dei.

Ezechiele 18:20
Colui che ha peccato e non altri deve morire; il figlio non sconta l`iniquità del padre, né il padre l`iniquità del figlio. Al giusto sarà accreditata la sua giustizia e al malvagio la sua malvagità.

Geremia 31:29-30
[29] "In quei giorni non si dirà più: I padri han mangiato uva acerba e i denti dei figli si sono allegati![30] Ma ognuno morirà per la sua propria iniquità; a ogni persona che mangi l`uva acerba si allegheranno i denti".

Esodo 20:6
ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandi.

Deuteronomio 18:10-12
[10] Non si trovi in mezzo a te chi immola, facendoli passare per il fuoco, il suo figlio o la sua figlia, né chi esercita la divinazione o il sortilegio o l`augurio o la magia;[11] né chi faccia incantesimi, né chi consulti gli spiriti o gli indovini, né chi interroghi i morti,[12] perché chiunque fa queste cose è in abominio al Signore; a causa di questi abomini, il Signore tuo Dio sta per scacciare quelle nazioni davanti a te.

Romani 8:37-39
[37] Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori per virtù di colui che ci ha amati.[38] Io sono infatti persuaso che né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire,[39] né potenze, né altezza né profondità, né alcun`altra creatura potrà mai separarci dall`amore di Dio, in Cristo Gesù, nostro Signore.

1 Pietro 5:8-9
[8] Siate temperanti, vigilate. Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare.[9] Resistetegli saldi nella fede, sapendo che i vostri fratelli sparsi per il mondo subiscono le stesse sofferenze di voi.

Genesi 3:17-19
[17] All`uomo disse: "Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell`albero, di cui ti avevo comandato: Non ne devi mangiare, maledetto sia il suolo per causa tua! Con dolore ne trarrai il cibo per tutti i giorni della tua vita.[18] Spine e cardi produrrà per te e mangerai l`erba campestre.[19] Con il sudore del tuo volto mangerai il pane; finchè tornerai alla terra, perchè da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere tornerai!".

Genesi 4:10-12
[10] Riprese: "Che hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dal suolo![11] Ora sii maledetto lungi da quel suolo che per opera della tua mano ha bevuto il sangue di tuo fratello.[12] Quando lavorerai il suolo, esso non ti darà più i suoi prodotti: ramingo e fuggiasco sarai sulla terra".

Genesi 9:18-27
[18] I figli di Noè che uscirono dall'arca furono Sem, Cam e Iafet; Cam è il padre di Canaan.[19] Questi tre sono i figli di Noè e da questi fu popolata tutta la terra.Maledizione di Canaan. -[20] Ora Noè, coltivatore della terra, cominciò a piantare una vigna.[21] Avendo bevuto il vino, si ubriacò e giacque scoperto all'interno della sua tenda.[22] Cam, padre di Canaan, vide il padre scoperto e raccontò la cosa ai due fratelli che stavano fuori.[23] Allora Sem e Iafet presero il mantello, se lo misero tutti e due sulle spalle e, camminando a ritroso, coprirono il padre scoperto; avendo rivolto la faccia indietro, non videro il padre scoperto.[24] Quando Noè si fu risvegliato dall'ebbrezza, seppe quanto gli aveva fatto il figlio minore;[25] allora disse:òSia maledetto Canaan!Schiavo degli schiavi sarà per i suoi fratelli!ò.[26] E aggiunse:òBenedetto il Signore, Dio di Sem,Canaan sia suo schiavo![27] Dio dilati Iafet e questi dimori nelle tende di Sem,Canaan sia suo schiavo!ò.

1 Re 2:32-46
[32] Il Signore farà ricadere il suo sangue sulla sua testa, perché egli ha colpito due uomini giusti e migliori di lui e li ha trafitti con la sua spada - senza che Davide mio padre lo sapesse - ossia Abner, figlio di Ner, capo dell`esercito di Israele e Amasa figlio di Ieter, capo dell`esercito di Giuda.[33] Il loro sangue ricada sulla testa di Ioab e sulla testa della sua discendenza per sempre, mentre su Davide e sulla sua discendenza, sul suo casato e sul suo trono si riversi per sempre la pace da parte del Signore".[34] Benaia figlio di Ioiada andò, lo assalì e l`uccise; Ioab fu sepolto nella sua casa, nel deserto.[35] Il re lo sostituì, nominando capo dell`esercito Benaia figlio di Ioiada, mentre mise il sacerdote Zadok al posto di Ebiatar.[36] Il re mandò a chiamare Simei per dirgli: "Costruisciti una casa in Gerusalemme; ivi sia la tua dimora; non ne uscirai per andartene qua e là.[37] Quando ne uscirai, oltrepassando il torrente Cedron - sappilo bene! - sarai degno di morte; il tuo sangue ricadrà sulla tua testa".[38] Simei disse al re: "L`ordine è giusto! Come ha detto il re mio signore, così farà il tuo servo". Simei dimorò in Gerusalemme per molto tempo.[39] Dopo tre anni, due schiavi di Simei fuggirono presso Achis figlio di Maaca, re di Gat. Fu riferito a Simei che i suoi schiavi erano in Gat.[40] Simei si alzò, sellò l`asino e partì per Gat andando da Achis in cerca dei suoi schiavi. Simei vi andò e ricondusse i suoi schiavi da Gat.[41] Fu riferito a Salomone che Simei era andato da Gerusalemme a Gat e che era ritornato.[42] Il re, fattolo chiamare, gli disse: "Non ti avevo forse giurato per il Signore e non ti avevo io testimoniato che, quando tu fossi uscito per andartene qua e là - lo sapevi bene! - saresti stato degno di morte? Tu mi avevi risposto: L`ordine è giusto! Ho capito.[43] Perché non hai rispettato il giuramento del Signore e il comando che ti avevo impartito?".[44] Il re aggiunse a Simei: "Tu conosci tutto il male che hai fatto a Davide mio padre. Il Signore farà ricadere la tua malvagità sulla tua testa.[45] Invece sia benedetto il re Salomone e il trono di Davide sia saldo per sempre davanti al Signore".[46] Il re diede ordine a Benaia figlio di Ioiada, di andare ad ucciderlo. E quegli morì. Il regno si consolidò nelle mani di Salomone.

Giobbe 2:9
Allora sua moglie disse: "Rimani ancor fermo nella tua integrità? Benedici Dio e muori!".

Giobbe 19:17
Il mio fiato è ripugnante per mia moglie e faccio schifo ai figli di mia madre.

Giobbe 1:10
Non hai forse messo una siepe intorno a lui e alla sua casa e a tutto quanto è suo? Tu hai benedetto il lavoro delle sue mani e il suo bestiame abbonda di terra.

Efesini ٦:١٠-١٧
[١٠] Per il resto, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza.[١١] Rivestitevi dell`armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo.[١٢] La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.[١٣] Prendete perciò l`armatura di Dio, perché possiate resistere nel giorno malvagio e restare in piedi dopo aver superato tutte le prove.[١٤] State dunque ben fermi, cinti i fianchi con la verità, rivestiti con la corazza della giustizia,[١٥] e avendo come calzatura ai piedi lo zelo per propagare il vangelo della pace.[١٦] Tenete sempre in mano lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infuocati del maligno;[١٧] prendete anche l`elmo della salvezza e la spada dello Spirito, cioè la parola di Dio.

Matteo 5:22
Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna.

Romani 3:23
tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio,

Romani 6:23
Perché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore.

Genesi 9:25
allora disse:òSia maledetto Canaan!Schiavo degli schiavi sarà per i suoi fratelli!ò.

Salmi 104:9
l`alleanza stretta con Abramo e il suo giuramento ad Isacco.

Genesi 6:12
Dio guardò la terra ed ecco essa era corrotta, perché ogni uomo aveva pervertito la sua condotta sulla terra.

Genesi 7:20
Le acque superarono in altezza di quindici cubiti i monti che avevano ricoperto.

Genesi 8:5-9
[5] Le acque andarono via via diminuendo fino al decimo mese. Nel decimo mese, il primo giorno del mese, apparvero le cime dei monti.[6] Trascorsi quaranta giorni, Noè aprì la finestra che aveva fatta nell`arca e fece uscire un corvo per vedere se le acque si fossero ritirate.[7] Esso usci' andando e tornando finche' si prosciugarono le acque sulla terra.[8] Noè poi fece uscire una colomba, per vedere se le acque si fossero ritirate dal suolo;[9] ma la colomba, non trovando dove posare la pianta del piede, tornò a lui nell`arca, perché c`era ancora l`acqua su tutta la terra. Egli stese la mano, la prese e la fece rientrare presso di sé nell`arca.

Genesi 9:11
Io stabilisco la mia alleanza con voi: non sarà più distrutto nessun vivente dalle acque del diluvio, né più il diluvio devasterà la terraò.

Romani 12:14
Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite.

Italian Bible CEI 1971
Public Domain: CEI 1971