A A A A A


Ricerca

Matteo 1:1
Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abramo.


Matteo 1:16
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale nacque Gesù, che è chiamato Cristo.


Matteo 1:18
La nascita di Gesù avvenne in questo modo: sua madre Maria si era fidanzata con Giuseppe; ma prima che essi iniziassero a vivere insieme, si trovò che lei aveva concepito per opera dello Spirito Santo.


Matteo 1:21
Darà alla luce un figlio, e tu lo chiamerai Gesù; egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati".


Matteo 1:25
ma non si accostò a lei, fino alla nascita del figlio; e gli pose nome Gesù.


Matteo 2:1
Dopo che Gesù nacque a Betlemme in Giudea, al tempo del re Erode, ecco giungere a Gerusalemme dall' oriente dei Magi,


Matteo 3:13
Allora Gesù dalla Galilea si recò al Giordano per essere da lui battezzato.


Matteo 3:15
Ma Gesù gli disse: "Lascia, per ora; per noi infatti è doveroso adempiere ogni giustizia". Allora acconsentì.


Matteo 3:16
Non appena s' immerse, Gesù risalì subito dall' acqua. Ed ecco: si aprirono a lui i cieli e vide lo Spirito di Dio discendere in forma di colomba e venire su di lui.


Matteo 4:1
Allora Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per essere tentato dal diavolo.


Matteo 4:7
Gli rispose Gesù: "Sta anche scritto: Non tenterai il Signore Dio tuo".


Matteo 4:10
Allora gli disse Gesù: "Vattene, Satana! Sta scritto: Adorerai il Signore Dio tuo e a lui solo presterai culto".


Matteo 4:12
Quando poi seppe che Giovanni era stato imprigionato, Gesù si ritirò in Galilea;


Matteo 4:17
Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: "Convertitevi, poiché è vicino il regno dei cieli".


Matteo 4:18
Camminando lungo il mare di Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone detto Pietro e Andrea suo fratello: stavano gettando in mare le reti, poiché erano pescatori.


Matteo 4:23
Percorrendo tutta la Galilea, Gesù insegnava nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del regno e guarendo fra il popolo ogni malattia e infermità.


Matteo 5:1
Alla vista delle folle Gesù salì sul monte e, come si fu seduto, si accostarono a lui i suoi discepoli.


Matteo 7:28
Quando Gesù ebbe finito questi discorsi, le folle rimasero stupite della sua dottrina;


Matteo 8:3
Gesù stese la mano e lo toccò dicendo: "Lo voglio, sii mondato". All' istante la lebbra scomparve.


Matteo 8:4
Gli disse allora Gesù: "Guàrdati dal dirlo a qualcuno. Ma va', mostrati al sacerdote e porta l' offerta prescritta da Mosè a loro testimonianza".


Matteo 8:7
E Gesù a lui: "Io verrò e lo guarirò".


Matteo 8:10
All' udire ciò Gesù ne fu ammirato e disse a quelli che lo seguivano: "In verità vi dico: presso nessuno in Israele ho trovato tanta fede.


Matteo 8:13
Gesù disse poi al centurione: "Va', sia fatto come tu hai creduto!". E in quell' istante il servo guarì.


Matteo 8:14
Una volta, entrato Gesù nella casa di Pietro, vide che la suocera di lui era a letto con la febbre.


Matteo 8:18
Gesù, visto che la folla si accalcava intorno a lui, chiese di passare all' altra riva.


Matteo 8:20
Gli dice Gesù: "Le volpi hanno tane e gli uccelli del cielo nidi, ma il Figlio dell' uomo non ha dove reclinare il capo".


Matteo 8:22
Gesù gli dice: "Sèguimi; e lascia che i morti seppelliscano i loro morti".


Matteo 8:26
Disse loro Gesù: "Perché temete, uomini di poca fede?". E, alzatosi, sgridò i venti e il mare e si fece una grande bonaccia.


Matteo 8:28
Giunto Gesù al di là della riva, nella regione dei Gadareni, due ossessi, uscendo dalle tombe, gli andarono incontro; erano uomini pericolosi, tanto che nessuno osava passare per quella strada.


Matteo 8:34
Tutta la città si mosse per andare incontro a Gesù. Vedutolo, lo supplicarono di allontanarsi dai loro territori.


Matteo 9:2
gli fu presentato un paralitico adagiato su un letto. Vedendo la loro fede, Gesù disse al paralitico: "Coraggio, figliolo, sono rimessi i tuoi peccati!".


Matteo 9:4
Gesù, conosciuti i loro pensieri, disse: "Perché pensate cose malvagie nei vostri cuori?


Matteo 9:9
Partito di là, Gesù vide seduto al banco delle imposte un uomo chiamato Matteo. Gli dice: "Seguimi!". E quello, alzatosi, si mise a seguirlo.


Matteo 9:10
Or mentre era a mensa nella casa, molti pubblicani e peccatori vennero a mangiare con Gesù e con i suoi discepoli.


Matteo 9:15
Rispose loro Gesù: "Gli invitati a nozze possono essere in lutto, mentre lo sposo è con loro? Verranno però giorni in cui sarà tolto loro lo sposo ed allora digiuneranno.


Matteo 9:19
Gesù, alzatosi, si mise a seguirlo insieme con i suoi discepoli.


Matteo 9:22
Gesù si voltò, la guardò e disse: "Coraggio, figliola: la tua fede ti ha salvata". Da quel momento la donna fu guarita.


Matteo 9:27
Mentre Gesù si allontanava di là, due ciechi si misero a seguirlo gridando: "Abbi pietà di noi, Figlio di Davide!".


Matteo 9:28
Giunto a casa, i ciechi lo raggiunsero. Disse loro Gesù: "Credete che io possa fare ciò?". Gli risposero: "Sì, Signore".


Matteo 9:30
E si aprirono i loro occhi. Gesù poi li ammonì dicendo: "Badate: nessuno lo sappia".


Matteo 9:35
Gesù, percorrendo tutte le città e i villaggi, insegnava nelle loro sinagoghe, annunciava il vangelo del regno e curava ogni malattia e infermità.


Matteo 10:5
Questi sono i Dodici che Gesù inviò, dopo aver dato loro i seguenti avvertimenti:


Matteo 11:1
Quando Gesù ebbe finito di dare i suoi avvertimenti ai suoi dodici discepoli, si mosse di là per insegnare e predicare nelle loro città.


Matteo 11:4
Gesù rispose loro: "Andate e annunziate a Giovanni ciò che udite e vedete:


Matteo 11:7
Mentre quelli se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: "Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento?


Matteo 11:25
In quell' occasione Gesù prese a dire: "Mi compiaccio con te, o Padre, Signore del cielo e della terra, che hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e ai saggi e le hai rivelate ai semplici.


Matteo 12:1
In quel tempo, passando Gesù tra le messi in giorno di sabato, i suoi discepoli presi dalla fame, si misero a strappare delle spighe e a mangiarne.


Matteo 12:10
C' era là un uomo che aveva una mano rattrappita. Domandarono a Gesù: "è lecito guarire in giorno di sabato?". Dicevano ciò per accusarlo.


Matteo 12:15
Gesù, quando venne a sapere la cosa, si allontanò di là. Molti gli andarono dietro ed egli li guarì tutti;


Matteo 12:25
Conoscendo i loro pensieri Gesù disse loro: "Ogni regno in sé diviso va in rovina. Ogni città o casa in sé divisa non potrà reggere.


Matteo 13:1
In quel giorno Gesù, uscito di casa, se ne stava seduto sulla riva del mare.


Matteo 13:34
Tutte queste cose disse Gesù alle folle in parabole e parlava loro solo in parabole,


Matteo 13:53
Quando Gesù ebbe terminato queste parabole, se ne andò di là.


Matteo 13:57
E si scandalizzavano di lui. Ma Gesù disse loro: "Nessun profeta è senza onore, se non nella sua patria e nella sua casa".


Matteo 14:1
In quel tempo giunse la fama di Gesù alle orecchie del tetrarca Erode,


Matteo 14:12
I discepoli di lui vennero a prendere il corpo e gli diedero sepoltura; poi andarono a riferire la cosa a Gesù.


Matteo 14:13
Quando Gesù venne a saperlo, partì di là in barca per appartarsi in un luogo deserto. Saputolo, le folle dalle città si misero a seguirlo a piedi,


Matteo 14:16
Ma Gesù rispose: "Non è necessario che se ne vadano; date voi a loro da mangiare".


Matteo 14:25
Alla quarta vigilia della notte venne Gesù verso di loro camminando sul mare.


Matteo 14:27
Ma subito Gesù parlò loro dicendo: "Fatevi animo, sono io; non temete!".


Matteo 14:29
Ed egli: "Vieni!". Gesù.


Matteo 14:31
"Signore, salvami!". Subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: "Uomo di poca fede, perché hai dubitato?".


Matteo 15:1
Allora si rivolsero a Gesù alcuni farisei e scribi venuti da Gerusalemme e gli domandarono:


Matteo 15:21
Partito di là, Gesù si ritirò nelle regioni di Tiro e Sidone.


Matteo 15:28
Allora Gesù rispose: "O donna, grande è la tua fede! Ti sia fatto come tu vuoi". Da quel momento sua figlia fu guarita.


Matteo 15:29
Poi, partito di là, Gesù venne presso il mare di Galilea e, salito sul monte, si fermò lì.


Matteo 15:32
Poi Gesù, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: "Ho pietà della folla, perché sono tre giorni che stanno con me e non hanno di che rifocillarsi. Non voglio rimandarli digiuni, perché potrebbero venir meno per la via".


Matteo 15:34
Gesù a loro: "Quanti pani avete?". Risposero: "Sette, con pochi pesciolini".


Matteo 16:6
Gesù disse loro: "Badate di tenervi lontano dal lievito dei farisei e dei sadducei".


Matteo 16:8
Saputolo, Gesù disse: "Perché discutete fra voi, uomini di poca fede, per non aver preso il pane?


Matteo 16:13
Giunto poi Gesù nella regione di Cesarea di Filippo, si mise ad interrogare i suoi discepoli: "Chi dice la gente che sia il Figlio dell' uomo?".


Matteo 16:17
Rispose Gesù: "Beato sei tu, Simone figlio di Giona, poiché né la carne né il sangue te l' hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli.


Matteo 16:21
Da allora Gesù cominciò a dire chiaramente ai suoi discepoli che egli doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, sommi sacerdoti e scribi; inoltre che doveva essere messo a morte, ma che al terzo giorno sarebbe risorto.


Matteo 16:24
Allora Gesù disse ai suoi discepoli: "Se uno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua.


Matteo 17:1
Sei giorni dopo Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello, e li condusse in disparte, su un alto monte.


Matteo 17:7
Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: "Alzatevi; non temete!".


Matteo 17:8
Essi, alzati gli occhi, non videro nessun altro all' infuori di Gesù.


Matteo 17:9
Ora, mentre discendevano dal monte, Gesù ordinò loro: "Non fate parola con nessuno della visione, finché il Figlio dell' uomo non sarà risorto da morte".


Matteo 17:17
Rispose Gesù: "Generazione incredula e perversa, fino a quando dovrò restare con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatemi qui il fanciullo".


Matteo 17:18
Allora Gesù con parole minacciose comandò al demonio di uscire da lui; da quell' istante il fanciullo fu guarito.


Matteo 17:19
Allora i discepoli si avvicinarono a Gesù in disparte e gli domandarono: "Perché noi non siamo stati capaci di scacciarlo?".


Matteo 17:22
Mentre si aggiravano per la Galilea, Gesù disse loro: "Il Figlio dell' uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini


Matteo 17:25
Ed egli: "Sì". Quando tornò, Gesù lo prevenne dicendo: "Che te ne pare, Simone? I re della terra da chi riscuotono tasse e tributi, dai loro figli oppure dagli estranei?".


Matteo 17:26
Ed egli: "Dagli estranei". Allora Gesù disse: "Perciò i figli ne sono esenti.


Matteo 18:1
In quel tempo si avvicinarono a Gesù i discepoli per dirgli: "Chi è dunque il più grande nel regno dei cieli?".


Matteo 18:22
Gesù gli rispose: "Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette".


Matteo 19:1
Quando Gesù terminò questi discorsi, partì dalla Galilea e si incamminò verso il territorio della Giudea al di là del Giordano;


Matteo 19:13
Allora furono presentati a lui dei bambini affinché pregasse imponendo su di loro le mani; i discepoli però li sgridavano; ma Gesù disse:


Matteo 19:18
Gli dice: "Quali?". Gesù rispose: "Sono: Non ucciderai, non commetterai adulterio, non ruberai, non dirai falsa testimonianza;


Matteo 19:21
Gesù a lui: "Se vuoi essere perfetto, va', vendi quello che hai e dàllo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo: poi vieni e seguimi".


Matteo 19:23
Gesù disse ai suoi discepoli: "In verità vi dico: difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli;


Matteo 19:26
Fissando su di loro lo sguardo, Gesù rispose: "Presso gli uomini ciò non è possibile, ma tutto è possibile presso Dio".


Matteo 19:28
Gesù rispose loro: "In verità vi dico: voi che mi avete seguito, nella rigenerazione, quando il Figlio dell' uomo sederà sul suo trono di gloria, sederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d' Israele.


Matteo 20:17
Mentre saliva a Gerusalemme, Gesù prese i Dodici in disparte e, cammin facendo, disse loro:


Matteo 20:22
Gesù rispose: "Non sapete quello che chiedete; potete bere il calice che io sto per bere?". Gli rispondono: "Lo possiamo".


Matteo 20:25
Gesù, chiamatili a sé, disse: "Voi sapete che i capi delle nazioni esercitano la loro signoria su di esse, e i grandi sono quelli che fanno sentire su di esse la loro potenza.


Matteo 20:30
Ed ecco, due ciechi stavano seduti lungo la via; saputo che passava Gesù, si misero a gridare: "Signore, abbi pietà di noi, Figlio di Davide!".


Matteo 20:32
Gesù, fermatosi, li chiamò e disse: "Cosa volete che io vi faccia?".


Matteo 20:34
Mosso a pietà, Gesù toccò i loro occhi e subito ricuperarono la vista e si misero a seguirlo.


Matteo 21:1
Quando, arrivati nelle vicinanze di Gerusalemme, giunsero in vista di Bètfage, alle falde del monte Oliveto, Gesù mandò due discepoli


Matteo 21:6
I discepoli andarono e fecero come aveva ordinato loro Gesù.


Matteo 21:11
Le folle rispondevano: "è il profeta Gesù, da Nazaret di Galilea".


Matteo 21:16
e dissero a Gesù: "Senti quello che dicono costoro?". E Gesù a loro: "Sì; non avete mai letto: Dalla bocca di bimbi e di lattanti ti sei procurata una lode?".


Matteo 21:21
Gesù rispose: "In verità vi dico: se avrete fede senza esitare, non soltanto potrete fare quello che è accaduto al fico, ma se direte a questo monte: "Lèvati e gèttati nel mare", questo accadrà;


Matteo 21:24
Gesù rispose loro: "Voglio farvi anch' io una domanda; se voi risponderete ad essa, anch' io vi dirò in virtù di quale potestà faccio queste cose.


Matteo 21:27
Allora risposero a Gesù: "Non lo sappiamo". Anch' egli disse loro: "Neppure io vi dico in virtù di quale potestà faccio queste cose".


Matteo 21:31
Chi dei due fece la volontà del padre?". Rispondono: "L' ultimo". E Gesù a loro: "In verità vi dico: i pubblicani e le meretrici vi passano avanti nel regno di Dio.


Matteo 21:42
Dice loro Gesù: "Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che rigettarono i costruttori è diventata pietra d' angolo; è una cosa fatta dal Signore ed è mirabile ai nostri occhi?


Matteo 22:1
Gesù riprese a parlar loro in parabole e disse:


Matteo 22:18
Gesù, conoscendo la loro malizia, disse: "Perché volete tentarmi, ipocriti?


Matteo 22:29
Gesù rispose: "Siete in errore, poiché non conoscete le Scritture né la potenza di Dio.


Matteo 22:34
I farisei, saputo che Gesù aveva messo a tacere i sadducei, si radunarono insieme,


Matteo 22:41
Radunatisi i farisei, Gesù li interrogò


Matteo 23:1
Allora Gesù si rivolse alle folle e ai suoi discepoli


Matteo 24:1
Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per mostrargli le costruzioni del tempio.


Matteo 24:4
Gesù rispose loro: "Badate che nessuno vi inganni!


Matteo 26:1
Quando Gesù ebbe terminato tutti questi discorsi, disse ai suoi discepoli:


Matteo 26:4
e tennero consiglio per arrestare Gesù con inganno e farlo morire.


Matteo 26:6
Recatosi Gesù a Betania nella casa di Simone il lebbroso,


Matteo 26:10
Venuto a conoscenza della cosa, Gesù disse loro: "Perché infastidite questa donna? Ella ha compiuto una buona azione verso di me;


Matteo 26:17
Nel primo giorno degli Azzimi i discepoli si avvicinarono a Gesù per dirgli: "Dove vuoi che prepariamo per mangiare la Pasqua?".


Matteo 26:19
I discepoli fecero come aveva ordinato loro Gesù e prepararono la Pasqua.


Matteo 26:26
Mentre mangiavano, Gesù prese il pane, pronunziò la preghiera di benedizione, lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli e disse: "Prendete e mangiate: questo è il mio corpo".


Matteo 26:31
Quindi dice loro Gesù: "Tutti voi patirete scandalo a causa mia in questa notte; sta scritto, infatti: Percuoterò il pastore e si disperderanno le pecore del gregge.


Matteo 26:34
E Gesù a lui: "In verità ti dico: in questa notte, prima che il gallo canti, mi rinnegherai tre volte".


Matteo 26:36
Giunto Gesù con loro nel campo chiamato Getsèmani, dice ai discepoli: "Fermatevi qui, mentre io vado là a pregare".


Matteo 26:49
Subito si diresse verso Gesù e gli disse: "Salve, Rabbì!". E lo baciò.


Matteo 26:50
E Gesù a lui: "Amico, perché sei qui?". Allora gli altri, avvicinatisi a Gesù, gli misero le mani addosso e si impadronirono di lui.


Matteo 26:51
Ed ecco, uno di quelli che erano con Gesù, messa mano alla spada, la sfoderò e colpì un servo del sommo sacerdote, amputandogli l' orecchio.


Matteo 26:52
Allora dice a lui Gesù: "Rimetti la tua spada al suo posto, poiché tutti quelli che mettono mano alla spada, di spada periranno.


Matteo 26:57
Quelli che avevano catturato Gesù lo condussero dal sommo sacerdote Caifa, presso il quale erano convenuti gli scribi e gli anziani.


Matteo 26:59
I sommi sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano qualche falsa testimonianza contro Gesù per condannarlo a morte;


Matteo 26:63
Ma Gesù taceva. Allora il sommo sacerdote replicò: "Ti scongiuro per il Dio vivente: dicci se tu sei il Cristo, il Figlio di Dio".


Matteo 26:64
Gesù rispose: "Tu l' hai detto. Anzi io dico a voi: fin da ora vedrete il Figlio dell' uomo sedere alla destra della Potenza e venire sulle nubi del cielo".


Matteo 26:69
Pietro se ne stava seduto fuori, nel cortile, quando gli si avvicinò una serva che gli disse: "Anche tu eri con Gesù il Galileo".


Matteo 26:71
Andato verso l' atrio, lo vide un' altra serva, la quale disse a quelli che si trovavano lì: "Costui era con Gesù il Nazareno!".


Matteo 26:75
Allora Pietro si ricordò delle parole che gli aveva detto Gesù: "Prima che il gallo canti, mi rinnegherai tre volte". Uscì fuori e pianse amaramente.


Matteo 27:1
Quando si fece giorno, tutti i sommi sacerdoti e anziani del popolo tennero consiglio contro Gesù per farlo morire.


Matteo 27:11
Gesù fu condotto alla presenza del governatore il quale lo interrogò: "Sei tu il re dei Giudei?". E Gesù: "Tu lo dici!".


Matteo 27:17
Mentre essi erano radunati, Pilato domandò: "Chi volete che vi rilasci, Barabba o Gesù, quello che è chiamato Cristo?".


Matteo 27:20
Ma i sommi sacerdoti e gli anziani convinsero la folla a chiedere la liberazione di Barabba e la morte di Gesù.


Matteo 27:22
E Pilato a loro: "Che farò, dunque, di Gesù che è chiamato Cristo?". Tutti rispondono: "Sia crocifisso!".


Matteo 27:26
Così rilasciò loro Barabba, mentre Gesù, dopo averlo flagellato, lo consegnò perché fosse crocifisso.


Matteo 27:27
Quindi i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e convocarono intorno a lui tutta la coorte.


Matteo 27:37
Al di sopra della sua testa avevano apposto la scritta della sua condanna: "Costui è Gesù, il re dei Giudei".


Matteo 27:46
Verso l' ora nona Gesù a gran voce gridò: "Elì, Elì, lemà sabachthanì?". Cioè: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?".


Matteo 27:50
Ma Gesù emise di nuovo un forte grido ed esalò lo spirito.


Matteo 27:54
Il centurione e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, alla vista del terremoto e di quanto accadeva, furono presi da grande spavento e dicevano: "Davvero costui era Figlio di Dio!".


Matteo 27:55
C' erano là molte donne che stavano a guardare da lontano; avevano accompagnato Gesù dalla Galilea per servirlo;


Matteo 27:57
Quando fu sera, venne un uomo ricco di Arimatea, di nome Giuseppe, il quale era anch' egli discepolo di Gesù;


Matteo 27:58
egli andò da Pilato e gli chiese il corpo di Gesù. Pilato ordinò che gli fosse consegnato.


Matteo 28:5
L' angelo disse alle donne: "Non temete, voi! So che cercate Gesù crocifisso;


Matteo 28:9
Ed ecco: Gesù andò loro incontro dicendo: "Rallegratevi!". Esse, avvicinatesi, abbracciarono i suoi piedi e l' adorarono.


Matteo 28:10
Allora disse loro Gesù: "Non temete; andate ed annunziate ai miei fratelli che vadano in Galilea; là mi vedranno".


Matteo 28:16
Gli undici discepoli se ne andarono in Galilea, sul monte, nel luogo indicato loro da Gesù.


Matteo 28:18
Allora Gesù disse loro: "Ogni potere mi è stato dato in cielo e in terra.


Marco 1:1
Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio.


Marco 1:9
Ora, in quei giorni, Gesù giunse da Nazaret di Galilea e fu battezzato da Giovanni nel Giordano.


Marco 1:14
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù venne in Galilea, predicando il vangelo di Dio.


Marco 1:17
Disse loro Gesù: "Seguitemi e vi farò diventare pescatori di uomini".


Marco 1:24
"Che c' è fra noi e te, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il Santo di Dio!".


Marco 1:25
Ma Gesù lo sgridò dicendogli: "Taci ed esci da lui!".


Marco 1:41
Mossosi a compassione, Gesù stese la mano, lo toccò e gli disse: "Sì, lo voglio; sii mondato!".


Marco 1:45
Quegli, però, allontanatosi di lì, incominciò a proclamare insistentemente e a divulgare il fatto, sicché Gesù non poteva più entrare apertamente in una città, ma se ne restava fuori, in luoghi solitari. Tuttavia la gente accorreva a lui da ogni parte.


Marco 2:5
Gesù, allora, vedendo la loro fede, disse al paralitico: "Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati!".


Marco 2:8
Ma Gesù, avendo conosciuto subito nel suo spirito che così pensavano, dice loro: "Perché pensate tali cose nei vostri cuori?


Marco 2:15
Or avvenne che mentre egli stava a tavola in casa di lui, molti pubblicani e peccatori si erano seduti insieme a Gesù e ai suoi discepoli, giacché erano molti quelli che lo seguivano.


Marco 2:19
Rispose loro Gesù: "Possono forse gli invitati a nozze digiunare mentre lo sposo è ancora con loro? Per tutto il tempo che hanno lo sposo con loro, non possono digiunare.


Marco 3:7
Allora Gesù si ritirò con i suoi discepoli presso il lago e dalla Galilea una grande moltitudine lo seguì. Anche dalla Giudea,


Marco 5:2
appena Gesù fu smontato dalla barca, subito gli si fece incontro, di tra le tombe, un uomo posseduto da uno spirito immondo,


Marco 5:6
Or avendo visto Gesù da lontano, di corsa andò a prostrarglisi davanti.


Marco 5:7
Quindi, gridando a gran voce, gli dice: "Che c' è fra me e te, Gesù, Figlio del Dio Altissimo? Ti scongiuro, per Iddio: non mi tormentare!".


Marco 5:8
Gesù, infatti, gli diceva: "Esci da quest' uomo, spirito immondo!".


Marco 5:15
Giunti presso Gesù, videro l' indemoniato, seduto, vestito e sano di mente, lui che prima aveva avuto la Legione, ed ebbero paura.


Marco 5:18
Mentre Gesù saliva sulla barca, l' uomo che era stato posseduto dal demonio lo supplicava di poter stare con lui;


Marco 5:20
Quello se ne andò e incominciò a proclamare nella Decapoli quanto Gesù gli aveva fatto, e tutti ne restavano meravigliati.


Marco 5:21
Passato Gesù di nuovo all' altra riva, una grande folla si radunò intorno a lui, che se ne stava sulla spiaggia del mare.


Marco 5:24
Gesù andò con lui e una grande folla lo seguiva e gli si stringeva attorno.


Marco 5:27
avendo inteso parlare di Gesù, si ficcò in mezzo alla folla e da dietro gli toccò la veste.


Marco 5:30
Anche Gesù, avendo avvertito subito in se medesimo che una forza era uscita da lui, rivoltosi verso la folla domandò: "Chi mi ha toccato le vesti?".


Marco 5:35
Gesù stava ancora parlando, quando dalla casa del capo della sinagoga giunsero alcuni che dissero a quest' ultimo: "Tua figlia è morta! Perché importuni ancora il Maestro?".


Marco 5:36
Ma Gesù, avendo inteso per caso il discorso che facevano, disse al capo della sinagoga: "Non temere, ma solamente abbi fede!".


Marco 5:43
Ma Gesù comandò loro insistentemente che nessuno lo venisse a sapere e ordinò che le si desse da mangiare.


Marco 6:1
Uscito di lì, Gesù venne nella sua patria, accompagnato dai suoi discepoli.


Marco 6:4
Gesù, però, diceva loro: "Non c' è profeta che sia disprezzato se non nella sua patria, tra i suoi parenti e nella sua casa".


Marco 6:14
Il re Erode udì parlare di Gesù, giacché il suo nome era diventato famoso e alcuni dicevano: "Giovanni il Battista è risorto dai morti e perciò il potere dei miracoli opera in lui".


Marco 6:30
Gli apostoli si radunarono presso Gesù e gli riferirono tutto ciò che avevano fatto e ciò che avevano insegnato.


Marco 7:1
Si radunarono intorno a Gesù i farisei e alcuni scribi, venuti da Gerusalemme,


Marco 8:1
In quei giorni, essendosi di nuovo radunata una grande folla e non avendo di che mangiare, Gesù chiamò a sé i discepoli e disse loro:


Marco 8:17
Ma Gesù, accortosene, dice loro: "Perché discutete per il fatto che non avete pani? Ancora non capite e non comprendete? Avete il cuore indurito?


Marco 8:27
Con i suoi discepoli Gesù se ne andò verso i villaggi di Cesarea di Filippo e durante il viaggio incominciò a interrogare i discepoli dicendo: "Chi dice la gente che io sia?".


Marco 9:2
Sei giorni dopo Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse in disparte, essi soli, su un alto monte, dove si trasfigurò davanti a loro.


Marco 9:4
Ed apparve loro Elia con Mosè, i quali conversavano con Gesù.


Marco 9:5
Allora Pietro, prendendo la parola, disse a Gesù: "Maestro, è bello per noi stare qui! Facciamo tre tende: una per te, una per Mosè e una per Elia".


Marco 9:8
Ed essi, tutto ad un tratto, guardandosi attorno, non videro più alcuno, se non il solo Gesù, che era con loro.


Marco 9:9
Quando poi discesero dal monte, Gesù comandò loro di non raccontare a nessuno ciò che avevano visto, fino a quando il Figlio dell' uomo non fosse risuscitato dai morti.


Marco 9:23
Gli disse Gesù: "Se puoi...? Tutto è possibile a chi crede!".


Marco 9:25
Gesù, allora, vedendo che la folla accorreva, con tono minaccioso disse allo spirito immondo: "Spirito muto e sordo, io te lo ordino: esci da costui e non rientrarci più!".


Marco 9:27
Gesù, però, prendendolo per mano, lo sollevò ed egli stette in piedi.


Marco 9:39
Gli rispose Gesù: "Non glielo proibite, poiché non c' è nessuno che operi un miracolo in mio nome, il quale possa subito dopo parlare male di me.


Marco 10:5
Ma Gesù disse loro: "A causa della vostra durezza di cuore egli scrisse questo precetto;


Marco 10:14
Visto ciò, Gesù si sdegnò e disse loro: "Lasciate che i bambini vengano a me e non li ostacolate, perché di quelli come loro è il regno di Dio.


Marco 10:18
Gli disse Gesù: "Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, all' infuori di uno solo: Dio.


Marco 10:21
Allora Gesù, guardandolo, lo amò e gli disse: "Ti manca ancora una cosa. Va', vendi tutto ciò che hai, dàllo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; poi, vieni e seguimi!".


Marco 10:23
Allora Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: "Quanto difficilmente coloro che hanno ricchezze entreranno nel regno di Dio!".


Marco 10:24
I discepoli si stupirono per queste sue parole; ma Gesù, prendendo di nuovo la parola, disse loro: "Figlioli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio!


Marco 10:27
Ma Gesù, guardandoli, disse loro: "è impossibile agli uomini, ma non a Dio. A Dio, infatti, tutto è possibile".


Marco 10:29
Rispose Gesù: "In verità vi dico: non c' è nessuno, che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi a causa mia e del vangelo,


Marco 10:32
Mentr' erano in cammino per salire a Gerusalemme, Gesù li precedeva ed essi erano stupiti, mentre quelli che venivano dietro avevano paura. Presi di nuovo in disparte i Dodici, incominciò a dir loro ciò che stava per accadergli:


Marco 10:38
Gesù disse loro: "Non sapete ciò che chiedete! Potete voi bere il calice che io bevo o essere battezzati con il battesimo con il quale io sono battezzato?".


Marco 10:39
Gli risposero: "Lo possiamo". Gesù disse loro: "Il calice che io bevo lo berrete e anche con il battesimo con cui io sono battezzato sarete battezzati;


Marco 10:42
Ma Gesù, chiamatili a sé, disse loro: "Voi sapete come coloro i quali sono ritenuti capi delle nazioni le tiranneggiano, e come i loro prìncipi le opprimono.


Marco 10:47
Avendo inteso che c' era Gesù Nazareno, incominciò a gridare dicendo: "Gesù, Figlio di Davide, abbi pietà di me!".


Marco 10:49
Allora Gesù, fermatosi, disse: "Chiamatelo!". Chiamano il cieco e gli dicono: "Coraggio, àlzati! Ti chiama".


Marco 10:50
Egli, gettato via il mantello, balzò in piedi e raggiunse Gesù.


Marco 10:51
Rivolgendogli la parola, Gesù gli domandò: "Che cosa vuoi che ti faccia?". Gli rispose il cieco: "Signore, che io veda!".


Marco 10:52
Allora Gesù gli disse: "Va'! La tua fede ti ha salvato". E subito egli ci vide e si mise a seguirlo per la via.


Marco 11:6
Essi risposero come Gesù aveva detto e quelli li lasciarono fare.


Marco 11:7
Quindi portarono il puledro a Gesù, vi misero sopra i loro mantelli e Gesù vi si sedette sopra.


Marco 11:22
Gesù, rispondendo, disse loro: "Abbiate fede in Dio!


Marco 11:29
Rispose loro Gesù: "Vi voglio domandare una cosa sola. Rispondetemi e poi anch' io vi dirò con quale autorità faccio queste cose.


Marco 11:33
Perciò risposero a Gesù: "Non lo sappiamo!". E Gesù disse loro: "Neppure io vi dico con quale autorità faccio queste cose".


Marco 12:17
Allora Gesù disse loro: "Rendete a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio". Ed essi ne rimasero stupiti.


Marco 12:24
Rispose loro Gesù: "Non è proprio per questo che voi siete in errore: perché, cioè, non conoscete né le Scritture né la potenza di Dio?


Marco 12:28
Allora gli si avvicinò uno scriba che li aveva sentiti discutere e, avendo visto che Gesù aveva risposto bene, gli domandò: "Qual è il primo di tutti i comandamenti?".


Marco 12:29
Gli rispose Gesù: "Il primo è: Ascolta, Israele. Il Signore nostro Dio è l' unico Signore


Marco 12:34
Vedendo che aveva risposto saggiamente, allora Gesù gli disse: "Non sei lontano dal regno di Dio". E nessuno osava fargli più domande.


Marco 12:35
Prendendo la parola, mentre stava insegnando nel tempio, Gesù domandò: "Come mai gli scribi dicono che il Messia è figlio di Davide?


Marco 12:41
Seduto davanti al tesoro, Gesù stava osservando come la gente gettava il denaro nel tesoro. C' erano molte persone ricche, che ne gettavano molto.


Marco 13:2
Gesù gli rispose: "Vedi queste grosse costruzioni? Non resterà qui pietra su pietra, che non sia diroccata".


Marco 13:5
Allora Gesù incominciò a dir loro: "Badate che nessuno v' inganni.


Marco 14:6
Gesù, allora, disse: "Lasciatela stare! Perché le date fastidio? Ha compiuto un' opera buona verso di me.


Marco 14:18
Mentre erano a tavola e mangiavano, Gesù disse: "In verità vi dico che uno di voi, che mangia con me, mi tradirà".


Marco 14:27
Allora Gesù disse loro: "Voi tutti vi scandalizzerete, poiché sta scritto: Percuoterò il pastore e le pecore si disperderanno.


Marco 14:30
Gli dice Gesù: "In verità ti dico che oggi, questa notte stessa, prima che il gallo canti due volte, mi rinnegherai tre volte".


Marco 14:48
Allora Gesù, prendendo la parola, disse loro: "Come contro un brigante siete venuti ad arrestarmi, con spade e bastoni!


Marco 14:53
Condotto Gesù dal sommo sacerdote, si radunarono tutti i capi dei sacerdoti, gli anziani e gli scribi.


Marco 14:55
Or i capi dei sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano qualche testimonianza contro Gesù per farlo morire, ma non ne trovavano.


Marco 14:60
Allora il sommo sacerdote, alzatosi in piedi in mezzo al sinedrio, interrogò Gesù dicendogli: "Non rispondi nulla? Che cosa testificano costoro contro di te?".


Marco 14:62
Rispose Gesù: "Sì, sono io! E vedrete il Figlio dell' uomo, seduto alla destra della Potenza, venire con le nubi del cielo".


Marco 14:67
e, avendo visto Pietro che si scaldava, fissandolo gli disse: "Anche tu eri col Nazareno, Gesù".


Marco 14:72
E subito, per la seconda volta, un gallo cantò. Allora Pietro si ricordò delle parole che Gesù gli aveva detto: "Prima che il gallo canti due volte, mi rinnegherai tre volte"; e proruppe in pianto.


Marco 15:1
Al mattino i capi dei sacerdoti con gli anziani, gli scribi e tutto il sinedrio tennero consiglio e, fatto legare Gesù, lo condussero e lo consegnarono a Pilato.


Marco 15:5
Ma Gesù non rispose più nulla, sicché Pilato ne restò meravigliato.


Marco 15:15
Pilato, perciò, volendo dare soddisfazione alla folla, rilasciò loro Barabba e consegnò Gesù perché, dopo averlo flagellato, fosse crocifisso.


Marco 15:34
All' ora nona, Gesù esclamò a gran voce: "Eloì, Eloì, lamà sabactanì", che si traduce: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?".


Marco 15:37
Ma Gesù, emesso un grande grido, spirò.


Marco 15:43
Giuseppe d' Arimatea, distinto membro del consiglio, il quale aspettava anch' egli il regno di Dio, venne, si fece coraggio, entrò da Pilato e gli chiese il corpo di Gesù.


Marco 15:46
il quale, comprato un panno di lino, fece deporre Gesù, lo avvolse col panno di lino e lo pose in un sepolcro che era stato tagliato nella roccia. Quindi sulla porta del sepolcro fece rotolare una pietra,


Marco 16:1
Trascorso il sabato, Maria Maddalena, Maria madre di Giacomo e Salome comprarono gli aromi per andare ad imbalsamare Gesù.


Marco 16:6
Ma egli disse loro: "Non vi spaventate! Voi cercate Gesù, il Nazareno, che è stato crocifisso. è risorto. Non è più qui. Ecco il luogo ove lo avevano posto.


Marco 16:19
Il Signore Gesù, dopo aver loro parlato, fu assunto in cielo e si assise alla destra di Dio.


Luca 1:31
Ecco, tu concepirai nel grembo e darai alla luce un figlio. Lo chiamerai Gesù.


Luca 2:21
Quando furono passati gli otto giorni per circonciderlo, gli fu dato il nome Gesù, come era stato chiamato dall' angelo prima di essere concepito in grembo.


Luca 2:27
Andò dunque al tempio, mosso dallo Spirito; e mentre i genitori portavano il bambino Gesù per fare a suo riguardo quanto ordinava la legge,


Luca 2:52
E Gesù cresceva in sapienza, in età e in grazia, davanti a Dio e davanti agli uomini.


Luca 3:21
Tutto il popolo si faceva battezzare, e fu battezzato anche Gesù. E mentre stava in preghiera, il cielo si aprì


Luca 3:23
Gesù aveva circa trent' anni, quando incominciò il suo ministero e da tutti si pensava che fosse figlio di Giuseppe, il quale era figlio di Eli,


Luca 3:29
figlio di Gesù, figlio di Eliezer, figlio di Iorim, figlio di Mattat, figlio di Levi,


Luca 4:1
Gesù, pieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano e, sotto l' azione dello Spirito Santo, andò nel deserto,


Luca 4:4
Gesù gli rispose: "è scritto: Non di solo pane vive l' uomo".


Luca 4:5
Il diavolo allora condusse Gesù più in alto, gli fece vedere in un solo istante tutti i regni della terra,


Luca 4:8
Gesù gli rispose: "è scritto: Adorerai il Signore, Dio tuo, a lui solo rivolgerai la tua preghiera".


Luca 4:12
Gesù gli rispose: "è stato anche detto: Non metterai alla prova il Signore, tuo Dio".


Luca 4:14
Gesù ritornò nella Galilea con la potenza dello Spirito. La sua fama si diffuse in tutta la regione.


Luca 4:34
"Perché ti interessi di me, Gesù di Nazaret? Sei venuto a mandarci in rovina? Io so chi tu sei: il Santo di Dio!".


Luca 4:35
Ma Gesù lo sgridò severamente e gli ordinò: "Sta' zitto ed esci subito da quest' uomo!". Allora il demonio, gettato a terra quell' uomo davanti a tutti, uscì da lui senza fargli alcun male.


Luca 4:41
Da molti uscivano in quel momento dei demòni che gridavano: "Tu sei il Figlio di Dio". Ma Gesù li sgridava severamente e impediva loro di parlare, perché sapevano che era il Messia.


Luca 5:8
Vedendo questo, Pietro si gettò ai piedi di Gesù dicendo: "Allontànati da me, Signore, perché io sono un peccatore".


Luca 5:10
Lo stesso capitò a Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano compagni di Simone. E Gesù disse a Simone: "Non temere: da questo momento sarai pescatore di uomini".


Luca 5:13
Gesù lo toccò con la mano e gli disse: "Lo voglio, sii guarito". Subito la lebbra sparì.


Luca 5:16
Ma Gesù si ritirava in luoghi deserti e pregava.


Luca 5:19
Ma non riuscendo a introdurlo a causa della folla, salirono sul tetto e attraverso le tegole lo calarono giù con il lettuccio, proprio in mezzo dove si trovava Gesù.


Luca 5:20
Vedendo la loro fede, Gesù disse: "Uomo, ti sono rimessi i tuoi peccati".


Luca 5:22
Gesù, conosciuti i loro ragionamenti, rispose: "Perché ragionate così dentro di voi?


Luca 5:27
Dopo questo Gesù uscì e vide un pubblicano di nome Levi seduto al banco delle imposte, e gli disse: "Seguimi".


Luca 5:30
I farisei e i dottori della legge mormoravano e dicevano ai discepoli di Gesù: "Perché mangiate e bevete con i pubblicani e i peccatori?".


Luca 5:31
Rispose Gesù: "Le persone sane non hanno bisogno del medico; sono i malati invece ad averne bisogno.


Luca 5:34
Rispose Gesù: "Vi pare possibile far digiunare gl' invitati a nozze, mentre lo sposo è con loro?


Luca 6:3
Gesù rispose: "Non avete mai letto quel che fece Davide, quando egli e i suoi compagni ebbero fame?


Luca 6:6
Un altro sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. E c' era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata.


Luca 6:8
Ma Gesù conosceva i loro pensieri e disse all' uomo che aveva la mano paralizzata: "àlzati e mettiti qui in mezzo". L' uomo, alzatosi, si mise là.


Luca 6:9
Poi Gesù disse loro: "Vi domando: è permesso in giorno di sabato fare del bene o fare del male, salvare una vita o perderla?".


Luca 6:11
Ma essi furono pieni di rabbia e discutevano fra loro su ciò che avrebbero potuto fare a Gesù.


Luca 6:12
In quei giorni Gesù se ne andò sul monte a pregare e trascorse la notte intera pregando Dio.


Luca 6:20
Gesù, alzati gli occhi verso i suoi discepoli, diceva: "Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio.


Luca 7:3
quando sentì parlare di Gesù, gli mandò degli anziani dei giudei a pregarlo di venire e di salvare il suo servo.


Luca 7:4
Costoro, giunti da Gesù, lo pregavano con insistenza: "Colui che ci manda, merita il tuo aiuto.


Luca 7:6
Allora Gesù s' incamminò con loro. Non era molto distante dalla casa quando il centurione gli mandò incontro alcuni amici a dirgli: "Signore, non ti disturbare. Io non sono degno che tu entri nella mia casa;


Luca 7:9
Quando Gesù udì queste parole, rimase meravigliato. Si rivolse allora alla folla che lo seguiva e disse: "Vi assicuro che neppure in Israele ho trovato una fede così grande".


Luca 7:20
Quando arrivarono da Gesù, quegli uomini dissero: "Giovanni il Battista ci ha mandati da te per domandarti: "Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?".


Luca 7:21
In quello stesso momento Gesù guarì molta gente da malattie, da infermità, da spiriti cattivi; e a molti ciechi ridonò la vista.


Luca 7:24
Quando gl' inviati di Giovanni furono partiti, Gesù cominciò a dire alla folla riguardo a Giovanni: "Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna agitata dal vento?


Luca 7:40
Gesù allora gli disse: "Simone, ho una cosa da dirti". Egli rispose: "Maestro, di' pure".


Luca 7:43
Simone rispose: "Suppongo quello a cui ha condonato di più". E Gesù gli disse: "Hai giudicato bene".


Luca 7:50
E Gesù disse alla donna: "La tua fede ti ha salvata; va' in pace!".


Luca 8:28
Quando vide Gesù, gli si gettò ai piedi urlando; poi disse a gran voce: "Che vi è tra me e te, Gesù, Figlio del Dio Altissimo? Ti prego, non tormentarmi!".


Luca 8:29
Gesù stava appunto ordinando allo spirito cattivo di uscire da quell' uomo. Molte volte infatti quello spirito si era impossessato di lui; allora lo legavano con catene e lo custodivano in ceppi, ma egli riusciva a spezzare i legami e dal demonio veniva spinto in luoghi deserti.


Luca 8:30
Gesù gli domandò: "Che nome hai?". Gli rispose: "Legione è il mio nome". Infatti molti demòni erano entrati in lui


Luca 8:35
La gente uscì per vedere ciò che era accaduto e, quando arrivarono da Gesù, trovarono l' uomo dal quale erano usciti i demòni che stava ai piedi di Gesù, vestito e sano di mente. Allora furono presi da spavento.


Luca 8:37
Allora tutta la popolazione del territorio dei Geraseni pregò Gesù di andarsene da loro, perché avevano molta paura. Gesù, salito su una barca, tornò indietro.


Luca 8:39
"Torna a casa tua e racconta quello che Dio ti ha fatto". L' uomo se ne andò e proclamò per tutta la città quello che Gesù aveva fatto per lui.


Luca 8:40
Quando fece ritorno, Gesù fu accolto dalla folla: infatti erano tutti in attesa di lui.


Luca 8:41
Venne allora un uomo, di nome Giàiro, che era capo della sinagoga. Gettatosi ai piedi di Gesù, lo supplicava di andare a casa sua,


Luca 8:45
Gesù disse: "Chi mi ha toccato?". Tutti lo negavano. Perciò Pietro disse: "Maestro, la folla ti stringe da ogni parte e ti schiaccia".


Luca 8:46
Ma Gesù disse: "Qualcuno mi ha toccato. Ho sentito che una potenza è uscita da me".


Luca 8:50
Ma Gesù, che aveva udito, disse: "Non temere; soltanto abbi fede ed ella sarà salvata".


Luca 8:52
Tutti piangevano e facevano lamenti per la fanciulla. Gesù disse: "Non piangete: ella non è morta, ma dorme".


Luca 9:1
Gesù chiamò a sé i Dodici e diede loro potere e autorità di scacciare tutti i demòni e di guarire le malattie;


Luca 9:10
Al loro ritorno gli apostoli raccontarono a Gesù tutto quello che avevano fatto. Allora egli li prese con sé e si ritirò in una città chiamata Betsàida.


Luca 9:13
Gesù disse loro: "Date loro da mangiare voi stessi". Ma essi risposero: "Noi non abbiamo che cinque pani e due pesci. Vuoi che andiamo a far provviste per tutta questa gente?".


Luca 9:16
Allora Gesù, presi i cinque pani e i due pesci e levati gli occhi al cielo, li benedisse, li spezzò e li diede ai discepoli perché li distribuissero alla folla.


Luca 9:18
Un giorno Gesù si trovava in un luogo isolato a pregare. I discepoli erano con lui ed egli fece loro questa domanda: "Chi sono io secondo la gente?".


Luca 9:33
Mentre questi si separavano da lui, Pietro disse a Gesù: "Maestro, è bello per noi stare qui. Faremo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia". Ma non sapeva quello che diceva.


Luca 9:36
Appena la voce cessò, Gesù restò solo. Essi tacquero e in quei giorni non raccontarono niente a nessuno di quello che avevano visto.


Luca 9:37
Il giorno seguente, quando furono discesi dal monte, una gran folla si fece incontro a Gesù.


Luca 9:41
Gesù rispose: "O generazione incredula e perversa, fino a quando dovrò stare con voi e vi sopporterò? Portami qui tuo figlio!".


Luca 9:42
Mentre questi si avvicinava, lo spirito cattivo lo sbatté per terra, contorcendolo con convulsioni. Gesù minacciò lo spirito immondo, guarì il ragazzo e lo consegnò a suo padre.


Luca 9:47
Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un fanciullo, se lo pose accanto e disse:


Luca 9:50
Ma Gesù gli disse: "Non glielo proibite, perché chi non è contro di voi, è per voi".


Luca 9:51
Mentre stava per compiersi il tempo della sua assunzione dal mondo, Gesù decise fermamente di andare verso Gerusalemme


Luca 9:54
Accortisi di ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero a Gesù: "Signore, vuoi che diciamo che scenda il fuoco dal cielo e li distrugga?".


Luca 9:55
Ma Gesù si voltò verso di loro e li rimproverò.


Luca 9:57
Mentre camminavano, un tale disse a Gesù: "Ti seguirò dovunque tu andrai".


Luca 9:58
Ma Gesù gli rispose: "Le volpi hanno una tana e gli uccelli hanno un nido, ma il Figlio dell' uomo non ha dove posare il capo".


Luca 9:60
Gesù rispose: "Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu va' a predicare il regno di Dio".


Luca 9:62
Gli rispose Gesù: "Chiunque mette mano all' aratro e poi si volta indietro, non è adatto per il regno di Dio".


Luca 10:21
In quella stessa ora Gesù trasalì di gioia nello Spirito Santo e disse: "Ti ringrazio, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agl' intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così è piaciuto a te.


Luca 10:26
Gesù rispose: "Che cosa sta scritto nella legge? Che cosa vi leggi?".


Luca 10:28
Gesù gli disse: "Hai risposto bene; fa' questo e vivrai".


Luca 10:29
Ma il dottore della legge, volendo giustificarsi, disse ancora a Gesù: "Ma chi è il mio prossimo?".


Luca 10:30
Gesù rispose: "Un uomo scendeva da Gerusalemme verso Gerico, quando incappò nei briganti. Questi gli portarono via tutto, lo percossero e poi se ne andarono lasciandolo mezzo morto.


Luca 10:37
Il dottore della legge rispose: "Quello che ebbe compassione di lui". Gesù allora gli disse: "Va' e anche tu fa' lo stesso".


Luca 10:38
Mentr' essi erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio, e una donna, che si chiamava Marta, lo accolse in casa sua.


Luca 10:41
Ma Gesù le rispose: "Marta, Marta, tu ti affanni e ti preoccupi di troppe cose.


Luca 11:1
Un giorno Gesù andò in un luogo a pregare. Quando ebbe finito, uno dei discepoli gli disse: "Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli".


Luca 11:2
Allora Gesù disse: "Quando pregate, dite così: Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno.


Luca 11:14
Gesù stava scacciando un demonio che aveva reso muto un uomo. Questi, appena fu guarito, si mise a parlare e la folla rimase meravigliata.


Luca 11:17
Ma Gesù, conoscendo le loro intenzioni, disse loro: "Ogni regno diviso contro se stesso va in rovina e una casa crolla sull' altra.


Luca 11:28
Ma Gesù disse: "Beati piuttosto quelli che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica".


Luca 11:29
Mentre la gente si affollava intorno a Gesù, egli cominciò a dire: "Questa generazione è davvero una generazione malvagia: pretende un segno miracoloso, ma l' unico segno che le verrà dato sarà come quello di Giona.


Luca 11:45
Allora un dottore della legge disse a Gesù: "Maestro, parlando così tu offendi anche noi".


Luca 11:46
Gesù rispose: "Guai anche a voi, dottori della legge, perché caricate gli uomini di pesi difficili a portare, ma voi non li toccate neppure con un dito.


Luca 12:1
Nel frattempo, radunatesi alcune migliaia di persone che si accalcavano l' una contro l' altra, Gesù cominciò a dire ai suoi discepoli: "Per prima cosa, guardatevi dal lievito dei farisei, che è l' ipocrisia.


Luca 13:2
Gesù disse: "Credete che quei Galilei abbiano subìto tale sorte perché erano più peccatori di tutti gli altri Galilei?


Luca 13:12
Quando Gesù la vide, la chiamò e le disse: "Donna, sei guarita dalla tua malattia".


Luca 13:14
Ma il capo della sinagoga, indignato perché Gesù aveva fatto quella guarigione di sabato, si rivolse alla folla e disse: "Sono sei i giorni in cui si deve lavorare: venite dunque a farvi guarire in quelli e non di sabato".


Luca 13:22
Insegnando, Gesù attraversava città e villaggi e intanto andava verso Gerusalemme.


Luca 14:3
Rivolgendosi ai dottori della legge e ai farisei, Gesù disse: "è lecito di sabato guarire o no?".


Luca 14:16
Gesù rispose: "Un uomo fece un grande banchetto e invitò molta gente.


Luca 15:3
Allora Gesù disse loro questa parabola:


Luca 17:11
Mentre andava verso Gerusalemme, Gesù attraversò la Samaria e la Galilea.


Luca 17:13
e ad alta voce dissero a Gesù: "Gesù, maestro, abbi pietà di noi!".


Luca 17:14
Appena li vide Gesù disse: "Andate dai sacerdoti e presentatevi loro". E mentre quelli andavano, furono guariti.


Luca 17:16
e si gettò bocconi per terra ai piedi di Gesù per ringraziarlo. Era un samaritano.


Luca 17:17
Gesù allora disse: "Non sono stati guariti tutti e dieci? Dove sono gli altri nove?


Luca 18:16
Allora Gesù li chiamò vicino a sé e disse: "Lasciate che i fanciulli vengano a me e non glielo impedite, perché il regno di Dio è di quelli che sono simili a loro.


Luca 18:19
Gesù gli rispose: "Perché mi dici buono? Nessuno è buono, tranne Dio.


Luca 18:22
Udito ciò, Gesù gli disse: "Ti manca ancora una cosa: vendi tutto quello che hai e dàllo ai poveri, così avrai un tesoro nei cieli; poi vieni e seguimi".


Luca 18:24
Gesù, notando la sua tristezza, disse: "Come è difficile per coloro che sono ricchi entrare nel regno di Dio.


Luca 18:29
Gesù rispose loro: "In verità vi dico: non c' è nessuno che abbia lasciato casa, moglie, fratelli, genitori e figli per il regno di Dio,


Luca 18:37
Gli risposero: "è Gesù di Nazaret che passa!".


Luca 18:38
Allora si mise a gridare: "Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!".


Luca 18:40
Gesù allora si fermò e ordinò che gli portassero il cieco. Quando fu vicino, gli domandò:


Luca 18:42
E Gesù gli disse: "Vedi! La tua fede ti ha salvato".


Luca 19:3
cercava di vedere chi fosse Gesù, ma non ci riusciva; c' era infatti molta gente ed egli era troppo piccolo di statura.


Luca 19:4
Allora corse avanti e, per poterlo vedere, si arrampicò sopra un sicomoro, perché Gesù doveva passare di là.


Luca 19:5
Gesù, quando arrivò in quel punto, alzò gli occhi e gli disse: "Zaccheo, scendi in fretta, perché oggi devo fermarmi a casa tua".


Luca 19:9
Gesù gli rispose: "Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anch' egli è figlio di Abramo.


Luca 19:11
Mentre essi stavano ad ascoltare queste cose, Gesù raccontò quest' altra parabola, perché era vicino a Gerusalemme ed essi credevano che la manifestazione del regno di Dio fosse imminente.


Luca 19:28
Dopo questi discorsi, Gesù camminava in testa agli altri, salendo a Gerusalemme.


Luca 19:35
Allora lo condussero a Gesù e, dopo aver coperto il puledro con i loro mantelli, vi fecero montare Gesù.


Luca 19:36
Via via che Gesù avanzava, la gente stendeva i mantelli sulla strada.


Luca 20:3
Gesù rispose loro: "Io pure vi farò una domanda. Ditemi:


Luca 20:8
E Gesù disse loro: "Neppure io vi dirò con quale autorità faccio queste cose".


Luca 20:17
Allora Gesù fissò lo sguardo su di loro e disse: "Che cos' è dunque ciò che sta scritto: La pietra che i costruttori hanno scartata è diventata pietra di base?


Luca 20:34
Gesù rispose loro: "I figli di questo mondo prendono moglie e prendono marito;


Luca 21:8
Gesù rispose: "Fate attenzione a non essere ingannati. Perché molti verranno e si presenteranno con il mio nome dicendo: "Sono io", e: "Il tempo è vicino". Voi però non seguiteli.


Luca 22:4
Ed egli andò a mettersi d' accordo con i capi dei sacerdoti e i capi della guardia sul modo di consegnare Gesù nelle loro mani.


Luca 22:8
Gesù mandò Pietro e Giovanni, dicendo: "Andate a preparare per noi la Pasqua, perché possiamo mangiare".


Luca 22:34
Gesù gli rispose: "Pietro, io ti dico: oggi non canterà il gallo prima che tu per tre volte avrai dichiarato di non conoscermi".


Luca 22:47
Mentre egli ancora parlava, ecco giunse una folla di gente; li precedeva colui che si chiamava Giuda, uno dei Dodici. Si avvicinò a Gesù per baciarlo.


Luca 22:48
Gesù gli disse: "Giuda, con un bacio tradisci il Figlio dell' uomo?".


Luca 22:51
Ma Gesù intervenne e disse: "Smettete, basta così!". E toccandogli l' orecchio, lo guarì.


Luca 22:52
Disse poi Gesù ai gran sacerdoti, agli ufficiali del tempio ed agli anziani che erano venuti contro di lui: "Siete usciti con spade e bastoni come contro un delinquente.


Luca 22:63
Intanto gli uomini che avevano in custodia Gesù lo deridevano e lo percuotevano.


Luca 22:67
e gli dissero: "Se tu sei il Cristo, dillo a noi!". Gesù rispose: "Anche se ve lo dico, voi non mi crederete.


Luca 23:8
Quando vide Gesù, Erode se ne rallegrò molto. Da molto tempo infatti desiderava vederlo per averne sentito parlare e sperava di vederlo compiere qualche miracolo.


Luca 23:9
Lo interrogò con insistenza, ma Gesù non rispose nulla.


Luca 23:20
Pilato si rivolse di nuovo a loro, con il proposito di liberare Gesù.


Luca 23:25
Rilasciò quello che era stato messo in prigione per sommossa e omicidio, e che quelli richiedevano, ma consegnò Gesù alla loro volontà.


Luca 23:26
Mentre lo conducevano via, fermarono un certo Simone di Cirene, che tornava dai campi, gli misero addosso la croce da portare dietro a Gesù.


Luca 23:28
Gesù allora si voltò verso di loro e disse: "Figlie di Gerusalemme, non piangete per me; piangete piuttosto per voi stesse e per i vostri figli.


Luca 23:34
Gesù diceva: "Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno".


Luca 23:42
Poi aggiunse: "Gesù, ricòrdati di me, quando andrai nel tuo regno".


Luca 23:43
Gesù gli rispose: "In verità ti dico: oggi, sarai con me in paradiso".


Luca 23:46
E Gesù, gridando a gran voce, disse: "Padre, nelle tue mani raccomando il mio spirito". Detto questo, spirò.


Luca 23:52
Egli si presentò a Pilato e chiese il corpo di Gesù.


Luca 23:55
Le donne che erano venute con Gesù dalla Galilea, seguirono Giuseppe e videro il sepolcro e come vi era stato deposto il corpo di Gesù.


Luca 24:3
ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù.


Luca 24:15
Mentre discorrevano e discutevano, Gesù si avvicinò e si mise a camminare con loro.


Luca 24:19
Domandò: "Che cosa?". Gli risposero: "Il caso di Gesù, il Nazareno, che era un profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo;


Luca 24:36
Mentre parlavano di queste cose, Gesù stette in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!".


Giovanni 1:17
poiché la legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità divennero realtà per mezzo di Gesù Cristo.


Giovanni 1:29
L' indomani Gesù venirgli incontro e dice: "Ecco l' agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.


Giovanni 1:36
Fissando lo sguardo su Gesù che passava, egli dice: "Ecco l' agnello di Dio".


Giovanni 1:37
I due discepoli lo sentirono parlare così e seguirono Gesù.


Giovanni 1:38
Gesù, voltosi e visti i due discepoli che lo stavano seguendo, dice loro: "Che cercate?". Gli dissero: "Rabbì (che, tradotto, significa "maestro"), dove stai?".


Giovanni 1:40
Andrea, fratello di Simone Pietro, era uno di quei due che avevano ascoltato Giovanni e avevano seguito Gesù.


Giovanni 1:42
Lo condusse a Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: "Tu sei Simone, figlio di Giovanni. Ti chiamerai Cefa" (che si traduce "Pietro").


Giovanni 1:43
L' indomani decise di partire per la Galilea e trova Filippo. Gesù gli dice: "Seguimi!".


Giovanni 1:45
Filippo trova Natanaele e gli dice: "Quello di cui hanno scritto Mosè nella legge ed i profeti, noi l' abbiamo trovato: Gesù, figlio di Giuseppe, da Nazaret".


Giovanni 1:47
Gesù vide Natanaele venirgli incontro e dice di lui: "Ecco un autentico israelita, in cui non c' è falsità".


Giovanni 1:48
Gli dice Natanaele: "Donde mi conosci?". Gli rispose Gesù: "Prima che Filippo ti chiamasse, ti ho visto sotto il fico".


Giovanni 1:50
Gli rispose Gesù: "Perché ti ho detto che ti ho visto sotto il fico credi? Vedrai cose ben più grandi!".


Giovanni 2:1
Tre giorni dopo ci fu una festa di nozze in Cana di Galilea e c' era là la madre di Gesù.


Giovanni 2:2
Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.


Giovanni 2:3
Ed essendo venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli dice: "Non hanno più vino".


Giovanni 2:4
Le dice Gesù: "Che vuoi da me, o donna? Non è ancora venuta la mia ora".


Giovanni 2:7
Dice loro Gesù: "Riempite le giare di acqua". Le riempirono fino all' orlo.


Giovanni 2:11
Questo inizio dei segni fece Gesù in Cana di Galilea e rivelò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.


Giovanni 2:13
Era prossima la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.


Giovanni 2:19
Gesù replicò loro: "Distruggete questo santuario e in tre giorni lo farò risorgere".


Giovanni 2:22
Perciò, quando risuscitò dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che egli aveva detto questo e credettero alla Scrittura e alle parole che aveva pronunciato Gesù.


Giovanni 2:24
Gesù però diffidava di loro perché conosceva tutti


Giovanni 3:3
Rispose Gesù: "In verità, in verità ti dico: Se uno non è nato dall' alto, non può vedere il regno di Dio".


Giovanni 3:5
Gesù rispose: "In verità, in verità ti dico: se uno non è nato dall' acqua e dallo Spirito, non può entrare nel regno di Dio.


Giovanni 3:10
Rispose Gesù: "Tu sei maestro in Israele e non conosci queste cose?


Giovanni 3:22
In seguito Gesù e i suoi discepoli vennero nel territorio della Giudea e lì si trattenne con loro e battezzava.


Giovanni 4:1
Quando Gesù seppe che i farisei avevano sentito che egli faceva più discepoli e battezzava più di Giovanni,


Giovanni 4:2
per quanto non fosse Gesù stesso che battezzava, ma i suoi discepoli,


Giovanni 4:6
C' era là il pozzo di Giacobbe. Gesù, affaticato com' era dal viaggio, si era seduto sul pozzo; era circa l' ora sesta.


Giovanni 4:7
Viene una donna della Samaria ad attingere acqua. Le dice Gesù: "Dammi da bere".


Giovanni 4:10
Le rispose Gesù: "Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: "Dammi da bere", tu gli avresti chiesto ed egli ti avrebbe dato acqua viva".


Giovanni 4:13
Le rispose Gesù: "Colui che beve di quest' acqua, avrà ancora sete.


Giovanni 4:21
Le dice Gesù: "Credimi, donna, che viene un' ora in cui né su questo monte né a Gerusalemme adorerete il Padre.


Giovanni 4:26
Le dice Gesù: "Lo sono io, che ti parlo".


Giovanni 4:34
Dice loro Gesù: "Mio cibo è fare la volontà di Colui che mi ha mandato e portare a compimento la sua opera.


Giovanni 4:44
Gesù stesso infatti aveva testimoniato: "Un profeta non gode alcun credito nella propria patria".


Giovanni 4:45
Ora, quando Gesù arrivò in Galilea, i Galilei lo accolsero bene, avendo visto tutte le cose che aveva fatto a Gerusalemme durante la festa, poiché anch' essi erano andati alla festa.


Giovanni 4:46
Gesù tornò dunque a Cana di Galilea, dove aveva cambiato l' acqua in vino. C' era un funzionario regio, il cui figlio era ammalato, a Cafarnao.


Giovanni 4:47
Avendo egli saputo che Gesù era venuto dalla Giudea alla Galilea, si recò da lui e lo pregava di scendere e guarire il figlio suo, perché stava per morire.


Giovanni 4:48
Gesù gli disse: "Se non vedete segni e prodigi, voi non credete".


Giovanni 4:50
Gli dice Gesù: "Va'! Tuo figlio vive". Quell' uomo credette alla parola che Gesù gli aveva detto e partì.


Giovanni 4:53
Il padre riconobbe che quella era l' ora in cui Gesù gli aveva detto: "Tuo figlio vive" e credette lui e la sua famiglia al completo.


Giovanni 4:54
Gesù compì questo secondo segno ritornando dalla Giudea alla Galilea.


Giovanni 5:1
Dopo questi avvenimenti, c' era una festa dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.


Giovanni 5:6
Gesù, vistolo disteso e saputo che si trovava già da molto tempo in quello stato, gli dice: "Vuoi guarire?".


Giovanni 5:8
Gli dice Gesù: "àlzati, prendi il tuo giaciglio e cammina".


Giovanni 5:13
Ma colui che era stato guarito non sapeva chi era, perché Gesù si era eclissato grazie alla folla che c' era in quel luogo.


Giovanni 5:14
Più tardi Gesù lo trovò nel tempio e gli disse: "Ecco che sei guarito. Non peccare più, perché non ti avvenga di peggio".


Giovanni 5:15
L' uomo se ne andò e riferì ai Giudei che era Gesù colui che l' aveva guarito.


Giovanni 5:16
Per questo i Giudei perseguitavano Gesù, perché faceva queste cose di sabato.


Giovanni 5:17
Ma Gesù rispose loro: "Mio Padre è all' opera fino ad ora ed anch' io sono all' opera".


Giovanni 5:19
Gesù rispose e diceva loro: "In verità, in verità vi dico: il Figlio non può fare nulla da se stesso se non ciò che vede il Padre fare. Ciò infatti che fa lui, lo fa ugualmente il Figlio.


Giovanni 6:1
Poi Gesù se ne andò dall' altra parte del mare di Galilea, di Tiberiade.


Giovanni 6:3
Allora Gesù salì sul monte e lì si sedette con i suoi discepoli.


Giovanni 6:5
Gesù, alzati gli occhi e vista molta gente venire a sé, dice a Filippo: "Da dove potremo comperare pane per sfamare costoro?".


Giovanni 6:10
Disse Gesù: "Fateli sedere!". L' erba in quel luogo era abbondante. Si sedettero dunque gli uomini, all' incirca cinquemila.


Giovanni 6:11
Gesù prese allora i pani e, rese grazie, li distribuì a coloro che erano seduti, ugualmente fece dei pesci, quanti ne vollero.


Giovanni 6:15
Ma Gesù, saputo che stavano per venire a rapirlo per farlo re, si ritirò nuovamente sul monte, egli solo.


Giovanni 6:17
e, saliti su una barca, salparono verso Cafarnao, dall' altra parte del mare. Erano già calate le tenebre e Gesù non li aveva ancora raggiunti.


Giovanni 6:19
Dopo aver remato per circa venticinque-trenta stadi, videro Gesù camminare sul mare e avvicinarsi alla barca ed ebbero paura.


Giovanni 6:22
Il giorno dopo la gente che stava al di là del mare vide che là non c' era che una sola barca e che Gesù non era salito con i suoi discepoli sulla barca, ma che i suoi discepoli erano partiti da soli...


Giovanni 6:24
Quando dunque la gente vide che là non c' era né Gesù né i suoi discepoli, salì sulle barche e andarono a Cafarnao in cerca di Gesù.


Giovanni 6:26
Rispose loro Gesù: "In verità, in verità vi dico: mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato pani a sazietà.


Giovanni 6:29
Rispose loro Gesù: "Questa è l' opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato".


Giovanni 6:32
Disse loro Gesù: "In verità, in verità vi dico: non Mosè vi ha dato il pane dal cielo, ma il Padre mio vi dà il pane dal cielo, quello vero.


Giovanni 6:42
e dicevano: "Non è costui Gesù il figlio di Giuseppe, di cui conosciamo il padre e la madre? Come può ora dire: "Sono disceso dal cielo"?".


Giovanni 6:43
Gesù rispose loro: "Non mormorate fra di voi.


Giovanni 6:53
Disse loro Gesù: "In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell' uomo e non bevete il suo sangue, non avete la vita in voi.


Giovanni 6:61
Gesù, sapendo in se stesso che i suoi discepoli mormoravano a proposito di questo, disse loro: "Questo vi scandalizza?


Giovanni 6:64
Ma ci sono alcuni di voi che non credono". Gesù infatti sapeva fin dall' inizio chi erano coloro che non credevano e chi era colui che l' avrebbe tradito.


Giovanni 6:67
Gesù allora disse ai Dodici: "Volete forse andarvene anche voi?".


Giovanni 6:70
Rispose loro Gesù: "Non vi ho scelto io, voi Dodici? Eppure uno di voi è un diavolo".


Giovanni 7:1
In seguito Gesù girava per la Galilea. Non voleva infatti girare per la Giudea, perché i Giudei cercavano di ucciderlo.


Giovanni 7:6
Gesù disse loro: "Non è ancora il mio tempo, il vostro tempo è sempre disponibile.


Giovanni 7:14
Quando la festa fu a metà Gesù salì al tempio e insegnava.


Giovanni 7:16
Gesù rispose loro: "La mia dottrina non è mia, ma di Colui che mi ha mandato.


Giovanni 7:21
Rispose loro Gesù: "Ho fatto una sola opera e tutti rimanete stupiti per questo.


Giovanni 7:28
Gesù, che insegnava nel tempio, proclamò: "Voi mi conoscete e sapete donde sono. Eppure non sono venuto da me stesso, ma è veritiero Colui che mi ha mandato, che voi non conoscete.


Giovanni 7:33
Disse allora Gesù: "Ancora un po' di tempo sono con voi; poi me ne vado a Colui che mi ha mandato.


Giovanni 7:37
L' ultimo giorno, quello solenne della festa, Gesù stava in piedi e proclamò a gran voce: "Se qualcuno ha sete, venga a me e beva.


Giovanni 7:39
Questo lo disse riferendosi allo Spirito che stavano per ricevere coloro che credevano in lui. Infatti non c' era ancora lo Spirito, perché Gesù non era stato ancora glorificato.


Giovanni 8:1
Gesù invece andò sul monte degli Ulivi.


Giovanni 8:6
Questo lo dicevano per tendergli un tranello, per avere di che accusarlo. Gesù, però, chinatosi, tracciava dei segni per terra con il dito.


Giovanni 8:10
Rizzatosi allora, Gesù le disse: "Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?".


Giovanni 8:11
Rispose: "Nessuno, Signore". "Neppure io ti condanno -- disse Gesù. -- Va', e d' ora in poi non peccare più".


Giovanni 8:12
Gesù parlò di nuovo, dicendo: "Io sono la luce del mondo. Chi mi segue non cammina nelle tenebre, ma avrà la luce della vita".


Giovanni 8:14
Rispose loro Gesù: "Anche se io rendo testimonianza a me stesso, la mia testimonianza è valida, perché so donde sono venuto e dove vado; voi invece non sapete donde vengo o dove vado.


Giovanni 8:19
Gli dissero allora: "Dov' è il Padre tuo?". Rispose Gesù: "Non conoscete né me né il Padre mio; se mi conosceste, conoscereste anche il Padre mio".


Giovanni 8:28
Disse dunque Gesù: "Quando innalzerete il Figlio dell' uomo, allora conoscerete che io sono e che non faccio nulla da me stesso, ma come mi ha insegnato il Padre, queste cose dico.


Giovanni 8:31
Diceva dunque Gesù ai Giudei che avevano creduto a lui: "Se rimanete nella mia parola, siete veramente miei discepoli


Giovanni 8:34
Rispose loro Gesù: "In verità, in verità vi dico: chi fa il peccato è schiavo del peccato.


Giovanni 8:42
Disse loro Gesù: "Se il vostro padre fosse Dio, mi amereste, perché io sono uscito e vengo da Dio. Non sono venuto infatti da me stesso, ma lui mi ha mandato.


Giovanni 8:49
Rispose Gesù: "Io non ho un demonio, ma onoro il Padre mio e voi mi disonorate.


Giovanni 8:54
Rispose Gesù: "Se io glorificassi me stesso, la mia gloria sarebbe nulla. è il Padre mio che mi glorifica, quello di cui voi dite: "è il nostro Dio".


Giovanni 8:58
Disse loro Gesù: "In verità, in verità vi dico: prima che Abramo fosse, io sono".


Giovanni 8:59
Presero allora delle pietre per scagliargliele addosso. Gesù però si nascose ed uscì dal tempio.


Giovanni 9:3
Rispose Gesù: "Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma (è nato cieco) perché si manifestassero in lui le opere di Dio.


Giovanni 9:11
Egli rispose: "Un uomo che si chiama Gesù ha fatto del fango, mi ha spalmato gli occhi e mi ha detto: "Va' a Siloe e làvati". Andato e lavatomi, ho cominciato a vedere".


Giovanni 9:14
Era sabato il giorno in cui Gesù fece il fango e gli aprì gli occhi.


Giovanni 9:35
Gesù sentì che l' avevano cacciato fuori e, trovatolo, gli disse: "Credi tu nel Figlio dell' uomo?".


Giovanni 9:37
Gli disse Gesù: "Lo hai già visto: è colui che parla con te".


Giovanni 9:39
Disse allora Gesù: "Per una discriminazione sono venuto in questo mondo: perché coloro che non vedono vedano e coloro che vedono diventino ciechi".


Giovanni 9:41
Gesù disse loro: "Se foste ciechi non avreste peccato. Ora invece dite: "Noi vediamo". Il vostro peccato rimane".


Giovanni 10:6
Gesù disse loro questa parabola. Ma quelli non compresero di che cosa volesse parlare loro.


Giovanni 10:7
Gesù allora continuò: "In verità, in verità vi dico: io sono la porta delle pecore.


Giovanni 10:23
e Gesù passeggiava nel tempio, sotto il portico di Salomone.


Giovanni 10:25
Rispose loro Gesù: "Ve l' ho detto e non credete. Le opere che faccio in nome del Padre mio, esse mi rendono testimonianza.


Giovanni 10:32
Gesù rispose loro: "Vi ho mostrato molte opere buone da parte del Padre. Per quale di queste opere mi lapidate?".


Giovanni 10:34
Rispose loro Gesù: "Non è scritto nella vostra legge: Io ho detto: siete dèi?


Giovanni 11:4
Sentito che l' ebbe, Gesù disse: "Questa malattia non è per la morte, ma per la gloria di Dio, affinché per mezzo di essa sia glorificato il Figlio di Dio".


Giovanni 11:5
Gesù amava Marta e sua sorella e Lazzaro.


Giovanni 11:9
Rispose Gesù: "Non sono dodici le ore del giorno? Se uno cammina di giorno, non inciampa, perché vede la luce di questo mondo.


Giovanni 11:13
Gesù però parlava della morte di lui. Essi invece avevano supposto che parlasse del riposo del sonno.


Giovanni 11:14
Allora Gesù disse loro apertamente: "Lazzaro è morto


Giovanni 11:17
Quando Gesù arrivò, trovò che Lazzaro stava nella tomba già da quattro giorni.


Giovanni 11:20
Marta, quando sentì che Gesù veniva, gli andò incontro. Maria invece stava seduta in casa.


Giovanni 11:21
Marta disse allora a Gesù: "Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto.


Giovanni 11:23
Le dice Gesù: "Tuo fratello risorgerà".


Giovanni 11:25
Le disse Gesù: "Io sono la risurrezione e la vita. Chi crede in me, anche se morisse, vivrà;


Giovanni 11:30
Gesù non era arrivato al paese, ma si trovava ancora nel luogo in cui gli era andata incontro Marta.


Giovanni 11:32
Maria, giunta al luogo in cui si trovava Gesù, lo vide e si gettò ai suoi piedi dicendogli: "Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto".


Giovanni 11:33
Gesù allora, come la vide piangere e piangere anche i Giudei venuti con lei, fremette interiormente e si turbò;


Giovanni 11:35
Gesù pianse.


Giovanni 11:38
Scosso nuovamente da un fremito in se stesso, Gesù viene al sepolcro. Era una grotta e vi era stata posta una pietra.


Giovanni 11:39
Dice Gesù: "Levate la pietra". Gli dice Marta, la sorella del morto: "Signore, già puzza... è di quattro giorni...".


Giovanni 11:40
Le dice Gesù: "Non ti ho detto che, se credi, vedrai la gloria di Dio?".


Giovanni 11:41
Levarono dunque la pietra. Gesù alzo gli occhi e disse: "Padre, ti ringrazio per avermi ascoltato.


Giovanni 11:44
Uscì fuori il morto, legato piedi e mani con bende e la sua faccia era avvolta con un sudario. Gesù dice loro: "Scioglietelo e lasciatelo andare".


Giovanni 11:46
Alcuni di essi, invece, andarono dai farisei e raccontarono loro ciò che aveva fatto Gesù.


Giovanni 11:51
Questo però non lo disse da se stesso, ma, essendo sommo sacerdote in quell' anno, profetizzò che Gesù stava per morire per la nazione,


Giovanni 11:54
Per questo Gesù non si mostrava più in pubblico fra i Giudei, ma se ne andò da lì, in una regione vicina al deserto, in una città chiamata Efraim, e lì rimase con i suoi discepoli.


Giovanni 11:56
Cercavano Gesù e dicevano fra loro stando nel tempio: "Che ne dite? Non verrà alla festa?".


Giovanni 12:1
Gesù, sei giorni prima della Pasqua, andò a Betania, dov' era Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti.


Giovanni 12:3
Maria, presa una libbra di profumo di nardo autentico, molto prezioso, unse i piedi di Gesù e glieli asciugò con i suoi capelli. La casa fu ripiena della fragranza di quel profumo.


Giovanni 12:7
Disse allora Gesù: "Lasciala, ché lo doveva conservare per il giorno della mia sepoltura.


Giovanni 12:9
Una folla numerosa di Giudei venne a sapere che si trovava lì e vennero non solo per Gesù, ma anche per vedere Lazzaro che aveva risuscitato dai morti.


Giovanni 12:11
perché a causa sua molti Giudei andavano e credevano in Gesù.


Giovanni 12:12
Il giorno dopo la grande folla giunta per la festa, sentito che Gesù veniva a Gerusalemme,


Giovanni 12:14
Gesù, trovato un asinello, gli sedette in groppa come sta scritto:


Giovanni 12:16
In un primo tempo i suoi discepoli non compresero questo fatto, ma quando Gesù fu glorificato, allora si ricordarono che questo era stato scritto di lui e che era proprio quello che gli avevano fatto.


Giovanni 12:21
Essi abbordarono Filippo, quello di Betsàida di Galilea, e gli chiesero: "Signore, vorremmo vedere Gesù".


Giovanni 12:22
Filippo va a dirlo ad Andrea. Andrea e Filippo vanno a dirlo a Gesù.


Giovanni 12:23
Gesù risponde loro: "è venuta l' ora che il Figlio dell' uomo sia glorificato.


Giovanni 12:30
Rispose Gesù: "Non è per me che s' è fatta sentire questa voce, ma per voi.


Giovanni 12:35
Disse loro Gesù: "Solo ancora un po' di tempo la luce è in mezzo a voi. Camminate finché avete la luce, affinché non vi sorprendano le tenebre. Chi cammina nelle tenebre non sa dove va.


Giovanni 12:36
Finché avete la luce, credete alla luce, affinché diventiate figli della luce". Questo disse Gesù e, andatosene, si nascose da loro.


Giovanni 12:37
Per quanto Gesù avesse compiuto così grandi segni davanti a loro, non credevano in lui,


Giovanni 12:44
Gesù proclamò ad alta voce: "Chi crede in me, non crede in me, ma in Colui che mi ha mandato,


Giovanni 13:1
Prima della festa di Pasqua, sapendo Gesù che era venuta la sua ora per passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine.


Giovanni 13:7
Gli rispose Gesù: "Ciò che io ti faccio, tu ora non lo sai; lo comprenderai in seguito".


Giovanni 13:8
Gli disse Pietro: "Non mi laverai i piedi. No, mai!". Gli rispose Gesù: "Se io non ti lavo, non avrai parte con me".


Giovanni 13:10
Gesù soggiunse: "Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi, ed è integralmente puro; e voi siete puri, ma non tutti".


Giovanni 13:21
Detto questo, Gesù fu turbato interiormente e attestò: "In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà".


Giovanni 13:23
Uno dei suoi discepoli, quello che Gesù amava, stava adagiato proprio accanto a Gesù.


Giovanni 13:25
Egli, chinatosi sul petto di Gesù, gli dice: "Signore, chi è?".


Giovanni 13:26
Gesù risponde: "è quello a cui porgerò il boccone che sto per intingere". Intinto dunque il boccone, lo prese e lo porse a Giuda, figlio di Simone Iscariota.


Giovanni 13:27
Allora, dopo il boccone, entrò in lui Satana. Gli dice Gesù: "Quello che devi fare, fallo subito".


Giovanni 13:29
Siccome Giuda teneva la borsa, alcuni supponevano che Gesù gli avesse detto: "Compera quanto ci occorre per la festa", oppure che gli avesse ordinato di dare qualcosa ai poveri.


Giovanni 13:31
Quando fu uscito, Gesù dice: "Ora il Figlio dell' uomo è stato glorificato e Dio è stato glorificato in lui.


Giovanni 13:36
Gli disse Simon Pietro: "Signore, dove vai?". Gli rispose Gesù: "Dove io vado, tu non mi puoi seguire ora; mi seguirai più tardi".


Giovanni 13:38
Rispose Gesù: "Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico: il gallo non canterà prima che tu mi abbia rinnegato tre volte".


Giovanni 14:6
Gli dice Gesù: "Io sono la via e la verità e la vita. Nessuno va al Padre se non attraverso di me.


Giovanni 14:9
Gli dice Gesù: "Da tanto tempo sono con voi, e non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: "Mostraci il Padre"?


Giovanni 14:23
Gli rispose Gesù: "Se qualcuno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e verremo a lui e faremo dimora presso di lui.


Giovanni 16:19
Gesù conobbe che volevano interrogarlo e disse loro: "v' interrogate fra di voi riguardo a ciò che vi ho detto: "Un poco e non mi vedrete e poi ancora un poco e mi vedrete"?


Giovanni 16:31
Rispose loro Gesù: "Voi adesso credete?


Giovanni 17:1
Così parlò Gesù e, levati gli occhi al cielo, disse: "Padre, l' ora è venuta. Glorifica il Figlio tuo affinché il Figlio glorifichi te.


Giovanni 17:3
Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.


Giovanni 18:1
Detto questo, Gesù uscì con i suoi discepoli al di là del torrente Cedron dove c' era un orto, in cui entrò con i suoi discepoli.


Giovanni 18:2
Anche Giuda, che lo stava tradendo, conosceva bene il posto, perché Gesù molte volte si era riunito là con i suoi discepoli.


Giovanni 18:4
Gesù, sapendo tutto ciò che stava per accadergli, si fece avanti e disse loro: "Chi cercate?".


Giovanni 18:5
Gli risposero: "Gesù il Nazareno". Dice loro: "Io sono". Stava con loro anche Giuda che lo tradiva.


Giovanni 18:7
Domandò allora di nuovo: "Chi cercate?". Ed essi dissero: "Gesù il Nazareno".


Giovanni 18:8
Gesù rispose: "Ve l' ho detto che sono io. Se dunque cercate me, lasciate andare via costoro".


Giovanni 18:11
Ma Gesù disse a Pietro: "Metti la spada nel fodero. Non dovrò forse bere il calice che il Padre mi ha dato?".


Giovanni 18:12
Allora la coorte, il comandante e le guardie dei Giudei presero Gesù, lo legarono


Giovanni 18:15
Or seguivano Gesù Simon Pietro e un altro discepolo. Quel discepolo era noto al sommo sacerdote ed entrò con Gesù nel cortile del sommo sacerdote.


Giovanni 18:19
Il sommo sacerdote interrogò Gesù riguardo ai suoi discepoli e alla sua dottrina.


Giovanni 18:20
Gli rispose Gesù: "Io ho parlato apertamente al mondo. Io ho sempre insegnato nella sinagoga e nel tempio, dove si radunano tutti i Giudei, e di nascosto non ho mai detto nulla.


Giovanni 18:22
Non appena Gesù ebbe detto ciò, una delle guardie, che stava là, diede uno schiaffo a Gesù, dicendogli: "Così rispondi al sommo sacerdote?".


Giovanni 18:23
Gli rispose Gesù: "Se ho parlato male, dimostra dov' è il male. Ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?".


Giovanni 18:28
Allora condussero Gesù da Caifa al pretorio. Era di buon mattino. Essi non entrarono nel pretorio per non contaminarsi e poter così mangiare la Pasqua.


Giovanni 18:32
Doveva così adempiersi la parola che Gesù aveva pronunciato, indicando di quale morte doveva morire.


Giovanni 18:33
Allora Pilato entrò di nuovo nel pretorio, chiamò Gesù e gli disse: "Tu sei il re dei Giudei?".


Giovanni 18:34
Gesù rispose: "Dici questo da te stesso o altri te l' hanno detto di me?".


Giovanni 18:36
Rispose Gesù: "Il mio regno non è di questo mondo. Se di questo mondo fosse il mio regno, le mie guardie avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei. Ora, il mio regno non è di qui".


Giovanni 18:37
Gli disse allora Pilato: "Dunque sei tu re?". Rispose Gesù: "Tu dici che io sono re. Io sono nato per questo e per questo sono venuto al mondo: per rendere testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce".


Giovanni 19:1
Allora Pilato prese Gesù e lo fece flagellare.


Giovanni 19:5
Uscì dunque Gesù fuori, portando la corona di spine e il manto di porpora. E disse loro: "Ecco l' uomo!".


Giovanni 19:9
Rientrò nel pretorio e dice a Gesù: "Di dove sei tu?". Gesù non gli diede risposta.


Giovanni 19:11
Gli rispose Gesù: "Tu non avresti alcun potere su di me se non ti fosse dato dall' alto. Perciò colui che mi ha consegnato a te ha un peccato più grande".


Giovanni 19:13
Sentite queste parole, Pilato condusse fuori Gesù e sedette su una tribuna nel luogo chiamato Pavimento di pietra, in ebraico Gabbatà.


Giovanni 19:18
dove lo crocifissero e con lui altri due: uno da una parte e uno dall' altra, e nel mezzo Gesù.


Giovanni 19:19
Pilato aveva scritto anche un cartello e l' aveva posto sopra la croce. Vi era scritto: "Gesù il Nazareno, il re dei Giudei".


Giovanni 19:20
Molti Giudei lessero questo cartello, perché il luogo dove fu crocifisso Gesù era vicino alla città, ed era scritto in ebraico, in latino, in greco.


Giovanni 19:23
I soldati, quand' ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ciascun soldato, e anche la tunica. Ma la tunica era senza cucitura, tessuta dalla parte superiore tutta di un pezzo.


Giovanni 19:25
Vicino alla croce di Gesù stavano sua madre e la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria Maddalena.


Giovanni 19:26
Gesù, dunque, vista la madre e presso di lei il discepolo che amava, disse alla madre: "Donna, ecco tuo figlio!".


Giovanni 19:28
Dopo ciò, sapendo Gesù che già tutto era compiuto, affinché si adempisse la Scrittura, disse: "Ho sete".


Giovanni 19:30
Quando ebbe preso l' aceto, Gesù disse: "Tutto è compiuto"; e, chinato il capo, rese lo spirito.


Giovanni 19:33
Venuti da Gesù, siccome lo videro già morto, non gli spezzarono le gambe,


Giovanni 19:38
Dopo questo, Giuseppe di Arimatea, che era discepolo di Gesù, ma segreto per paura dei Giudei, chiese a Pilato di togliere il corpo di Gesù. Pilato lo concesse. Venne dunque e tolse il suo corpo.


Giovanni 19:40
Presero dunque il corpo di Gesù e lo avvolsero con bende assieme agli aromi, secondo l' usanza di seppellire dei Giudei.


Giovanni 19:42
Là, a causa della Preparazione dei Giudei, dato che il sepolcro era vicino, deposero Gesù.


Giovanni 20:2
Corse allora e andò da Simon Pietro e dall' altro discepolo che Gesù amava e disse loro: "Hanno portato via il Signore e non sappiamo dove l' abbiano posto".


Giovanni 20:12
e vide due angeli biancovestiti, seduti: uno in corrispondenza del capo e l' altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù.


Giovanni 20:14
Detto ciò, si voltò indietro, e vide Gesù che stava lì, ma non sapeva che era Gesù.


Giovanni 20:16
Le disse Gesù: "Maria!". Quella, voltatasi, gli disse in ebraico: "Rabbunì!" (che significa "maestro").


Giovanni 20:17
Gesù le disse: "Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre. Va' piuttosto dai miei fratelli e di' loro: "Salgo al Padre mio e Padre vostro, al Dio mio e Dio vostro".


Giovanni 20:19
La sera di quello stesso giorno, il primo della settimana, mentre le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per paura dei Giudei erano chiuse, venne Gesù, stette in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!".


Giovanni 20:24
Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Didimo, non era con loro quando venne Gesù.


Giovanni 20:26
Otto giorni dopo i suoi discepoli erano di nuovo in casa e Tommaso stava con loro. Viene Gesù a porte chiuse, stette in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!".


Giovanni 20:29
Gli disse Gesù: "Perché mi hai visto hai creduto? Beati coloro che hanno creduto senza vedere!".


Giovanni 20:30
Gesù in presenza dei discepoli fece ancora molti altri segni, che non sono scritti in questo libro.


Giovanni 20:31
Questi sono stati scritti affinché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e, credendo, abbiate la vita nel suo nome.


Giovanni 21:1
In seguito Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberiade. Si manifestò nel modo seguente.


Giovanni 21:4
Sul far del giorno Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non sapevano che era Gesù.


Giovanni 21:5
"Disse loro Gesù: "Ragazzi, non avete qualcosa da mangiare?". Gli risposero: "No".


Giovanni 21:7
Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: "è il Signore". Simon Pietro, udito che era il Signore, indossò la veste, poiché era nudo, e si gettò nel mare.


Giovanni 21:10
Disse loro Gesù: "Portate dei pesci che avete preso ora".


Giovanni 21:12
Disse loro Gesù: "Venite a fare colazione!". Nessuno però dei discepoli osava domandargli: "Tu, chi sei?", sapendo che era il Signore.


Giovanni 21:13
Gesù si avvicinò, prese il pane, lo diede a loro e ugualmente il pesce.


Giovanni 21:14
Questa fu la terza volta che Gesù si manifestò ai discepoli, risuscitato dai morti.


Giovanni 21:15
Quando ebbero finito la colazione, Gesù disse a Simon Pietro: "Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?". Gli risponde: "Sì, Signore, tu sai che ti amo". Gli disse: "Pasci i miei agnelli".


Giovanni 21:20
Pietro, voltatosi, vide che li seguiva il discepolo che Gesù amava, quello che era adagiato durante la cena vicino a lui e aveva detto: "Signore, chi è colui che ti tradisce?".


Giovanni 21:21
Vistolo, dunque, Pietro disse a Gesù: "Signore, e lui?".


Giovanni 21:22
Gesù gli rispose: "Se voglio che lui rimanga finché io venga, che te ne importa? Tu seguimi!".


Giovanni 21:23
Si sparse perciò tra i fratelli la voce che quel discepolo non sarebbe morto. Gesù però non gli aveva detto che non sarebbe morto, ma: "Se voglio che lui rimanga finché io venga, che te ne importa?".


Giovanni 21:25
Ci sono anche molte altre cose che Gesù fece: se si scrivessero a una a una, penso che non basterebbe il mondo intero a contenere i libri che si dovrebbero scrivere.


Atti 1:1
Il libro precedente l' ho dedicato, o Teofilo, ad esporre tutto ciò che Gesù ha operato e insegnato dall' inizio


Atti 1:11
dicendo: "Uomini di Galilea, perché ve ne state guardando verso il cielo? Questo Gesù che è stato assunto di mezzo a voi verso il cielo, verrà così, in quel modo come lo avete visto andarsene in cielo".


Atti 1:14
Tutti costoro attendevano costantemente con un cuor solo alla preghiera con le donne e Maria, la madre di Gesù, e con i fratelli di lui.


Atti 1:16
"Fratelli, era necessario che si adempisse la parola della Scrittura, predetta dallo Spirito Santo per bocca di Davide, riguardo a Giuda, il quale si fece guida di coloro che catturarono Gesù,


Atti 1:21
Occorre dunque che uno tra coloro che sono stati con noi per tutto il tempo in cui dimorò tra noi il Signore Gesù,


Atti 2:22
Uomini d' Israele, udite queste parole: Gesù il Nazareno fu un uomo accreditato da Dio presso di voi con prodigi, portenti e miracoli, che per mezzo di lui il Signore operò in mezzo a voi, come voi ben sapete;


Atti 2:32
Questo è quel Gesù che Dio ha risuscitato, e noi tutti ne siamo i testimoni.


Atti 2:36
Sappia dunque con certezza tutta la casa d' Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo questo Gesù che voi avete crocifisso".


Atti 2:38
Pietro rispose loro: "Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo per ottenere il perdono dei vostri peccati: e riceverete il dono del Santo Spirito.


Atti 3:6
Ma Pietro gli disse: "Argento e oro io non ho, ma quel che possiedo te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, cammina!".


Atti 3:13
Il Dio di Abramo, d' Isacco e di Giacobbe, il Dio dei nostri padri ha glorificato il suo servo Gesù, che voi avete consegnato e rinnegato davanti a Pilato, mentre egli aveva deciso di liberarlo.


Atti 3:20
cosicché venga il tempo del refrigerio da parte del Signore ed egli mandi quel Gesù che è stato costituito vostro Messia.


Atti 4:2
non potendo tollerare che essi insegnassero al popolo e annunciassero in Gesù la risurrezione dai morti.


Atti 4:10
Sappiatelo tutti voi e tutto il popolo d' Israele: è nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, che voi avete crocifisso, ma che Dio ha risuscitato dai morti! è in virtù di questo nome che costui se ne sta davanti a voi, perfettamente sano:


Atti 4:13
Vedendo il coraggio di Pietro e di Giovanni e comprendendo d' altra parte che si trattava di uomini illetterati e semplici, erano sbalorditi e si rendevano conto che essi erano coloro che erano stati con Gesù.


Atti 4:18
E richiamatili, intimarono loro di non pronunciare più alcuna parola, né di insegnare nel nome di Gesù.


Atti 4:27
Davvero in questa città hanno fatto congiura contro il tuo santo servo Gesù, da te consacrato, Erode e Ponzio Pilato con i pagani e i popoli d' Israele,


Atti 4:30
stendendo la tua mano perché si compiano guarigioni, miracoli e prodigi nel nome del tuo santo servo Gesù".


Atti 4:33
Con grandi segni di potenza gli apostoli rendevano testimonianza alla risurrezione del Signore Gesù. Erano tutti circondati da grande benevolenza.


Atti 5:30
Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù che voi avete ucciso sospendendolo a un legno.


Atti 5:40
e, fatti chiamare gli apostoli, li fecero percuotere e comandarono loro di non parlare più nel nome di Gesù. Quindi li rilasciarono.


Atti 5:42
E ogni giorno, nel tempio e per le case, non cessavano di insegnare e di annunciare la buona novella del Cristo Gesù.


Atti 6:14
Lo abbiamo infatti udito dire che quel Gesù Nazareno distruggerà questo luogo e cambierà le leggi che ci ha tramandato Mosè".


Atti 7:55
Ma egli, pieno di Spirito Santo, guardando fisso verso il cielo vide la gloria di Dio e Gesù che stava in piedi alla destra di Dio,


Atti 7:59
E lapidavano Stefano che pregava e diceva: "Signore Gesù, accogli il mio spirito".


Atti 8:12
Quando però credettero a Filippo che annunciava loro la buona novella del regno di Dio e al nome di Gesù Cristo, uomini e donne si facevano battezzare.


Atti 8:16
Infatti non era ancora disceso su alcuno di essi, ma soltanto avevano ricevuto il battesimo nel nome del Signore Gesù.


Atti 8:35
Allora Filippo, prendendo la parola e cominciando da questo passo della Scrittura, gli annunciò la buona novella di Gesù.


Atti 9:5
Egli rispose: "Chi sei, o Signore?". E quegli: "Io sono Gesù che tu perseguiti;


Atti 9:17
Anania partì, entrò nella casa e imponendogli le mani disse: "Saulo, fratello! è il Signore che mi ha mandato: quel Gesù che ti è apparso sulla strada per cui tu venivi. Mi ha mandato perché tu ricuperi la vista e sia riempito di Spirito Santo".


Atti 9:20
e subito si mise a predicare Gesù nelle sinagoghe proclamando: "Questi è il Figlio di Dio!".


Atti 9:27
Allora Barnaba lo prese con sé, lo condusse dagli apostoli e raccontò loro come per strada aveva visto il Signore, il quale gli aveva parlato, e come a Damasco aveva predicato apertamente nel nome di Gesù.


Atti 9:34
E Pietro gli disse: "Enea, Gesù Cristo ti guarisce: sorgi e rifatti da solo il tuo letto". E subito si alzò.


Atti 10:36
che ha mandato la parola ai figli d' Israele, evangelizzando la pace per mezzo di Gesù Cristo: poiché egli è il Signore di tutti.


Atti 10:38
Dio ha consacrato in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, che passò facendo del bene e sanando tutti quelli che erano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui.


Atti 10:48
E ordinò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo. Allora lo pregarono di fermarsi ancora alcuni giorni.


Atti 11:17
Se dunque Dio ha dato ad essi lo stesso dono che ha dato anche a noi, che abbiamo creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io da potermi opporre a Dio?".


Atti 11:20
V' erano alcuni di loro, originari di Cipro e di Cirene, i quali, giunti ad Antiochia, predicarono anche ai Greci, annunziando loro la buona novella del Signore Gesù.


Atti 13:23
Dalla sua discendenza Dio, secondo la promessa, trasse un salvatore per Israele, Gesù.


Atti 13:33
Dio l' ha adempiuta per noi, loro figli, facendo risorgere Gesù, come è scritto nel salmo secondo: Tu sei mio figlio, io oggi ti ho generato.


Atti 15:11
è per la grazia del Signore Gesù che noi crediamo di avere la salvezza, allo stesso modo di loro".


Atti 15:26
che hanno esposto la loro vita per il nome del Signore nostro Gesù Cristo.


Atti 16:7
Giunti ai confini della Misia tentavano di recarsi in Bitinia, ma lo Spirito di Gesù non lo permise loro.


Atti 16:18
La cosa si ripeté per molti giorni. Paolo infine, seccato, rivoltosi allo spirito disse: "Ti comando, in nome di Gesù Cristo, di uscire da lei". In quello stesso momento lo spirito se ne uscì.


Atti 16:31
Essi risposero: "Credi nel Signore Gesù e sarai salvo tu e la tua famiglia".


Atti 17:3
mostrando e sostenendo che il Cristo doveva patire e risorgere da morte e che "quel Gesù che io vi annuncio, questo è il Cristo".


Atti 17:7
e Giasone li accoglie a casa sua! Tutti costoro agiscono contro le leggi di Cesare, dicendo che c' è un altro re, Gesù!".


Atti 17:18
Anche alcuni dei filosofi epicurei e stoici si misero a parlare con lui e alcuni dicevano: "Che cosa intende dire questo seminatore di chiacchiere?". Altri poi, sentendo che predicava Gesù e la risurrezione, dicevano: "Sembra essere un predicatore di divinità straniere".


Atti 18:5
Quando poi Sila e Timoteo giunsero dalla Macedonia, Paolo si diede tutto alla predicazione, attestando ai Giudei che Gesù era il Cristo.


Atti 18:25
Egli era stato istruito nella via del Signore e, pieno di fervore, predicava e insegnava con esattezza le cose riguardanti Gesù, ma conosceva soltanto il battesimo di Giovanni.


Atti 18:28
Infatti egli confutava vigorosamente i Giudei in pubblico, dimostrando attraverso le Scritture che Gesù era il Cristo.


Atti 19:4
Paolo disse allora: "Giovanni battezzò con un battesimo di penitenza, dicendo al popolo che occorreva credere a colui che sarebbe venuto dopo di lui, cioè in Gesù".


Atti 19:5
Udite queste parole, furono battezzati nel nome del Signore Gesù.


Atti 19:13
Anche alcuni esorcisti ambulanti Giudei si provarono a invocare su coloro che avevano spiriti maligni il nome del Signore Gesù, dicendo: "Vi scongiuro per quel Gesù che Paolo va predicando!".


Atti 19:15
Ma in risposta lo spirito malvagio disse loro: "Gesù lo conosco e Paolo so bene chi è: ma voi chi siete?".


Atti 19:17
Ciò fu risaputo da tutti i Giudei e i Greci che abitavano Efeso: essi furono presi da timore e il nome del Signore Gesù veniva magnificato.


Atti 20:21
Ho scongiurato Giudei e Greci di convertirsi a Dio e di credere nel Signore nostro Gesù.


Atti 20:24
Ma non do alcun valore alla mia vita, purché io termini la mia corsa e il ministero che ho ricevuto dal Signore Gesù, di rendere testimonianza al vangelo della grazia di Dio.


Atti 20:35
In ogni occasione io vi ho dimostrato che è così, lavorando, che occorre prendersi cura dei deboli, ricordandosi della parola del Signore Gesù che disse: "c' è più felicità a dare che a ricevere".


Atti 21:13
Allora Paolo rispose: "Perché piangete così e mi spezzate il cuore? Io sono pronto non solo a essere legato, ma anche a morire in Gerusalemme per il nome del Signore Gesù".


Atti 22:8
Io risposi: "Chi sei, o Signore?". E mi disse: "Io sono Gesù il Nazareno, che tu perseguiti".


Atti 24:24
Alcuni giorni dopo Felice venne con Drusilla sua moglie, che era giudea, fece chiamare Paolo e lo ascoltò parlare della fede nel Cristo Gesù.


Atti 25:19
Avevano con lui soltanto delle contestazioni su punti della loro religione, e riguardo a un certo Gesù, morto, che Paolo asseriva essere vivo.


Atti 26:9
Quanto a me, io ritenni di dover fare molte cose contro il nome di Gesù di Nazaret.


Atti 26:15
Io dissi: "Chi sei, o Signore?". Il Signore rispose: "Io sono Gesù che tu perseguiti.


Atti 28:23
In un giorno prefissato molti si recarono presso di lui nel suo alloggio. Nella sua esposizione egli rendeva testimonianza del regno di Dio e cercava di convincerli riguardo a Gesù, partendo dalla legge di Mosè e dai profeti, dal mattino fino alla sera.


Atti 28:31
annunciando il vangelo del regno e insegnando le cose riguardanti il Signore Gesù Cristo con piena libertà e senza ostacoli.


Romani 1:1
Paolo, servo di Gesù Cristo, chiamato apostolo, consacrato al vangelo di Dio --


Romani 1:4
costituito Figlio di Dio con potenza secondo lo Spirito di santificazione mediante la risurrezione dai morti: Gesù Cristo Signore nostro;


Romani 1:6
tra i quali siete anche voi, chiamati da Gesù Cristo --


Romani 1:7
a tutti coloro che si trovano in Roma, amati da Dio, chiamati santi: grazia a voi e pace da parte di Dio, Padre nostro, e da parte del Signore Gesù Cristo.


Romani 1:8
Prima di tutto ringrazio il mio Dio per mezzo di Gesù Cristo riguardo a tutti voi, perché la vostra fede è magnificata in tutto il mondo.


Romani 2:16
nel giorno in cui Dio giudicherà i segreti degli uomini secondo il mio vangelo, per mezzo di Gesù Cristo.


Romani 3:22
la giustizia di Dio, per mezzo della fede in Gesù Cristo, per tutti coloro che credono, poiché non c' è distinzione.


Romani 3:24
e vengono giustificati gratuitamente per suo favore, mediante la redenzione che si trova per mezzo di Gesù Cristo.


Romani 3:26
collegata con l' attesa paziente di Dio, per mostrare la sua giustizia nel momento presente, allo scopo di essere giusto e di giustificare chi si basa sulla fede in Gesù.


Romani 4:24
bensì anche per noi, ai quali pure doveva essere computata, che crediamo in Colui che risuscitò da morte Gesù nostro Signore,


Romani 5:1
Avendo dunque ricevuto la giustificazione per mezzo della fede, abbiamo pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo;


Romani 5:11
E non solo questo, ma ci gloriamo pure in Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo del quale adesso abbiamo ricevuto la riconciliazione.


Romani 5:15
Ma il dono di grazia non è come la caduta: se infatti per la caduta di uno i molti morirono, molto più sovrabbondò la benevolenza di Dio e il dono nella benevolenza di un solo uomo, Gesù Cristo, verso i molti.


Romani 5:17
Se dunque per la trasgressione di uno solo la morte regnò a causa di quello solo, quanto più coloro che ricevono l' abbondanza della benevolenza e il dono della giustizia regneranno nella vita a causa del solo Gesù Cristo!


Romani 6:3
O ignorate forse che tutti quelli che fummo battezzati per unirci a Cristo Gesù, fummo battezzati per unirci alla sua morte?


Romani 6:11
Così anche voi, reputate voi stessi come morti al peccato e viventi per Dio in Cristo Gesù.


Romani 6:23
La ricompensa del peccato è la morte, il dono di grazia di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore.


Romani 8:1
Ma ora non c' è nessun elemento di condanna per coloro che sono in Cristo Gesù.


Romani 8:2
Infatti la legge dello Spirito della vita in Cristo Gesù ti liberò dalla legge del peccato e della morte.


Romani 8:11
Or se lo Spirito di Colui che risuscitò Gesù da morte abita in voi, Colui che risuscitò da morte Cristo Gesù darà la vita anche ai vostri corpi mortali, in forza dello Spirito che abita in voi.


Romani 8:34
Chi li condannerà? Gesù Cristo che è morto, anzi che è risuscitato, lui che siede alla destra di Dio, lui che intercede in nostro favore?


Romani 8:39
né altezze né profondità, né qualunque altra cosa creata potrà separarci dall' amore che Dio ha per noi in Cristo Gesù nostro Signore.


Romani 10:9
se tu professerai con la tua bocca Gesù come Signore, e crederai nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato da morte, sarai salvato.


Romani 13:14
Ma rivestitevi del Signore Gesù Cristo e non indulgete alla carne, seguendo i suoi impulsi sfrenati.


Romani 14:14
So con certezza, e ne sono persuaso nel Signore Gesù, che niente è impuro di per se stesso; se non che, per chi giudica che una cosa è impura, per lui lo è.


Romani 15:5
Il Dio della costanza e della consolazione vi conceda di avere nelle vostre relazioni reciproche le stesse aspirazioni secondo Gesù Cristo,


Romani 15:6
in modo che con un solo cuore e un' unica bocca glorifichiate Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo.


Romani 15:16
perché io fossi ministro cultuale di Gesù Cristo nei riguardi dei pagani e prestassi il mio culto per quanto riguarda il vangelo di Dio, affinché l' offerta sacrificale rappresentata dai pagani divenga accetta, santificata com' è per mezzo dello Spirito Santo.


Romani 15:17
Ho questo titolo di vanto in Gesù Cristo per le cose che riguardano Dio;


Romani 15:30
Vi esorto poi, fratelli, per Gesù Cristo nostro Signore e per l' amore dello Spirito Santo, a lottare insieme a me, nelle preghiere che per me rivolgete a Dio,


Romani 16:3
Salutate Prisca e Aquila, collaboratori miei in Cristo Gesù:


Romani 16:20
Il Dio della pace schiaccerà Satana sotto i vostri piedi, presto! La benevolenza del Signore nostro Gesù sia con voi.


Romani 16:25
A Colui che può darvi stabilità nella condotta di vita conforme al mio vangelo e all' annuncio di Gesù Cristo -- secondo la rivelazione del mistero taciuto per una durata indeterminata,


Romani 16:27
a Dio unico e sapiente, per mezzo di Gesù Cristo, a lui la gloria per tutti i secoli! Amen.


1 Corinzi 1:1
Paolo, chiamato per volontà di Dio apostolo di Cristo Gesù, e il fratello Sostene,


1 Corinzi 1:2
alla Chiesa di Dio che è a Corinto, ai santificati in Cristo Gesù, chiamati ad essere santi con tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome del Signore nostro Gesù Cristo, nostro e loro:


1 Corinzi 1:3
grazia a voi e pace da Dio nostro Padre e dal Signore Gesù Cristo.


1 Corinzi 1:4
Ringrazio il mio Dio continuamente per voi, per la grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù,


1 Corinzi 1:7
che nessun dono più vi manca, mentre aspettate la manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo.


1 Corinzi 1:8
Egli vi renderà saldi sino alla fine, irreprensibili nel giorno del Signore nostro Gesù Cristo:


1 Corinzi 1:9
è fedele Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione con il Figlio suo Gesù Cristo Signore nostro!


1 Corinzi 1:10
Ora vi esorto, o fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, ad essere tutti unanimi nel parlare, che non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetto accordo nella mente e nel pensiero.


1 Corinzi 1:30
Ed è per lui che voi siete in Cristo Gesù, il quale è diventato per noi, per opera di Dio, sapienza, giustizia, santificazione e redenzione,


1 Corinzi 2:2
Mi ero proposto di non sapere altro in mezzo a voi che Gesù Cristo, e lui crocifisso.


1 Corinzi 3:11
infatti nessuno può gettare un fondamento diverso da quello già posto, che è Gesù Cristo.


1 Corinzi 4:15
Potreste infatti avere anche diecimila pedagoghi in Cristo, ma non certo molti padri; io invece vi ho generato in Cristo Gesù, mediante il vangelo.


1 Corinzi 5:4
nel nome del Signore nostro Gesù, convocati insieme voi, il mio spirito e la potenza del Signore nostro Gesù,


1 Corinzi 6:11
E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e nello Spirito del nostro Dio!


1 Corinzi 8:6
per noi c' è un solo Dio, il Padre, dal quale tutto proviene, e noi siamo per lui; e un solo Signore, Gesù Cristo, per mezzo del quale sono tutte le cose e noi siamo per mezzo di lui.


1 Corinzi 9:1
Non sono io forse libero? Non sono io apostolo? Non ho veduto Gesù, nostro Signore? Non siete voi opera mia nel Signore?


1 Corinzi 11:23
Io ho ricevuto dal Signore quello che vi ho trasmesso: che il Signore Gesù, nella notte in cui fu tradito, prese del pane


1 Corinzi 12:3
Perciò vi dichiaro che nessuno, mosso dallo Spirito di Dio, può dire: "Maledizione a Gesù", e nessuno può dire: "Gesù Signore", se non in virtù dello Spirito Santo.


1 Corinzi 15:31
Ogni giorno io affronto la morte, com' è vero che voi siete il mio vanto, o fratelli, in Cristo Gesù Signore nostro!


1 Corinzi 15:57
Ma siano rese grazie a Dio che ci concede la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo!


1 Corinzi 16:23
La grazia del Signore Gesù sia con voi.


1 Corinzi 16:24
Il mio affetto con tutti voi in Cristo Gesù!


2 Corinzi 1:1
Paolo, apostolo di Gesù Cristo per volontà di Dio, e il fratello Timoteo, alla chiesa di Dio che è a Corinto, e a tutti i santi dell' intera Acaia:


2 Corinzi 1:2
grazia a voi e pace da Dio nostro Padre e dal Signore Gesù Cristo.


2 Corinzi 1:3
Sia benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, Padre delle misericordie e Dio di ogni conforto,


2 Corinzi 1:14
come ci avete già compreso in parte, che noi siamo il vostro vanto, come voi il nostro, nel giorno del Signore nostro Gesù.


2 Corinzi 1:19
Poiché il Figlio di Dio, Gesù Cristo che è stato predicato tra voi da me, da Silvano e Timoteo, non fu "sì" e "no", ma in lui c' è stato il "sì".


2 Corinzi 4:5
Perché noi non predichiamo noi stessi, ma Gesù Messia Signore; quanto a noi, siamo i vostri servi in Cristo.


2 Corinzi 4:10
portando sempre e dovunque la morte di Gesù nel nostro corpo, perché anche la vita di Gesù sia manifestata nel nostro corpo.


2 Corinzi 4:11
Sempre infatti, pur essendo vivi, noi veniamo esposti alla morte a motivo di Gesù, affinché anche la vita di Gesù sia manifestata nella nostra carne mortale.


2 Corinzi 4:14
convinti che Colui il quale ha risuscitato il Signore Gesù risusciterà anche noi con Gesù e ci metterà accanto a lui insieme con voi.


2 Corinzi 8:9
Conoscete la benevolenza del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi dalla sua povertà.


2 Corinzi 11:4
Se infatti il primo venuto vi predica un Gesù diverso da quello che vi abbiamo predicato noi, o si tratta di ricevere uno Spirito diverso da quello che avete ricevuto, o un altro vangelo che non avete ancora sentito, voi sareste capaci di accettarlo.


2 Corinzi 11:31
E Dio, Padre del Signore Gesù -- sia benedetto nei secoli -- sa che non mentisco.


2 Corinzi 13:13
La grazia del Signore Gesù Cristo, l' amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.


Galati 1:1
Paolo, apostolo non da uomini né in virtù di un uomo, ma in virtù di Gesù Cristo e di Dio Padre che lo risuscitò da morte,


Galati 1:3
grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo,


Galati 1:12
infatti né io l' ho ricevuto da un uomo né da un uomo sono stato ammaestrato, ma da parte di Gesù Cristo, attraverso una rivelazione.


Galati 2:4
Ma a causa dei falsi fratelli intrusi, i quali si intrufolarono per spiare la nostra libertà che abbiamo in Gesù Cristo allo scopo di renderci schiavi...


Galati 2:16
sapendo che non è giustificato alcun uomo per le opere della legge, ma solo in forza della fede in Gesù Cristo, credemmo anche noi in Gesù Cristo, appunto per essere giustificati per la fede di Cristo e non per le opere della legge, poiché per le opere della legge non sarà giustificato nessun mortale.


Galati 3:1
O Galati sciocchi, chi mai vi ha incantato, voi dinanzi ai cui occhi Gesù Cristo fu presentato crocifisso?


Galati 3:22
Ma la Scrittura ha chiuso tutte le cose sotto il peccato, affinché la promessa fosse data ai credenti per la fede in Gesù Cristo.


Galati 3:26
Tutti infatti siete figli di Dio in Cristo Gesù mediante la fede;


Galati 3:28
Non esiste più giudeo né greco, non esiste schiavo né libero, non esiste uomo o donna: tutti voi siete una sola persona in Cristo Gesù.


Galati 4:14
e per quello che costituiva per voi una prova nel mio fisico non dimostraste disprezzo né nausea, ma accoglieste me come un inviato di Dio, come Gesù Cristo stesso.


Galati 5:6
In Cristo Gesù, infatti, né la circoncisione né l' incirconcisione hanno alcun effetto, ma la fede che si attua mediante la carità.


Galati 5:24
la legge non ha a che fare con cose del genere. Coloro che appartengono al Cristo Gesù crocifissero la carne con le sue passioni e i suoi desideri.


Galati 6:14
A me non avvenga mai di menar vanto se non nella croce del nostro Signore Gesù Cristo, per mezzo del quale il mondo è stato crocifisso per me e io per il mondo.


Galati 6:18
La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia col vostro spirito, fratelli! Amen.


Efesini 1:1
Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, ai santi e fedeli in Cristo Gesù.


Efesini 1:2
Grazia e pace a voi da Dio, nostro Padre, e dal Signore Gesù Cristo.


Efesini 1:3
Benedetto Dio e Padre del Signore nostro Gesù Cristo, il quale nei cieli ci ha colmati di ogni sorta di benedizione spirituale in Cristo.


Efesini 1:5
predestinandoci ad essere suoi figli adottivi, tramite Gesù Cristo, secondo il benevolo disegno della sua volontà,


Efesini 1:15
Per questo anch' io, avendo udito parlare della vostra fede nel Signore Gesù e del vostro amore per tutti i santi,


Efesini 1:17
affinché il Dio del Signore nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi doni uno spirito di sapienza e di rivelazione per meglio conoscerlo;


Efesini 2:6
e ci ha risuscitati e insediati nella sommità dei cieli in Cristo Gesù,


Efesini 2:7
per dimostrare nei secoli futuri, con la sua bontà in Cristo Gesù verso di noi, la traboccante ricchezza della sua grazia.


Efesini 2:10
In realtà noi siamo sua opera, creati in Cristo Gesù, per le opere buone che Dio ha predisposto che noi compiamo.


Efesini 2:13
Ora però in Cristo Gesù, voi, un tempo i lontani, siete divenuti vicini grazie al sangue del Cristo.


Efesini 2:20
Il vostro edificio ha per fondamento gli apostoli e i profeti, mentre Cristo Gesù stesso è la pietra angolare,


Efesini 3:1
Per questo motivo io, Paolo, il prigioniero di Cristo Gesù a vostro favore, o gentili...


Efesini 3:6
che i gentili sono ammessi alla stessa eredità, sono membri dello stesso corpo e partecipi della stessa promessa in Cristo Gesù mediante il vangelo,


Efesini 3:11
secondo il disegno eterno che ha formulato nel Cristo Gesù, nostro Signore,


Efesini 3:21
a lui la gloria nella chiesa e in Cristo Gesù per tutte le generazioni e per sempre. Amen.


Efesini 4:21
se realmente lo avete ascoltato e in lui siete stati istruiti com' è verità in Gesù.


Efesini 5:20
ringraziando sempre per tutti il Dio e Padre nel nome del Signore nostro Gesù Cristo.


Efesini 6:23
Dio Padre e il Signore Gesù Cristo accordino ai fratelli pace e amore con fede.


Efesini 6:24
La grazia sia con tutti coloro che amano il Signore nostro Gesù Cristo con sincero amore.


Filippesi 1:1
Paolo e Timoteo, servi di Cristo Gesù, a tutti i santi in Cristo Gesù che sono a Filippi, con gli episcopi e i diaconi.


Filippesi 1:2
Grazia a voi e pace da parte di Dio, nostro Padre, e dal Signore Gesù Cristo.


Filippesi 1:6
ho la ferma convinzione che Colui che ha iniziato tra voi quest' opera eccellente la porterà a termine fino al giorno di Cristo Gesù.


Filippesi 1:8
Sì, mi è testimone Iddio quanto ardentemente ricerchi tutti voi col cuore di Cristo Gesù.


Filippesi 1:11
ricolmi del frutto di giustizia, che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.


Filippesi 1:19
so infatti che, grazie alla vostra preghiera e all' aiuto che mi darà lo Spirito di Gesù Cristo, questo gioverà alla mia salvezza.


Filippesi 1:26
affinché il vostro vanto per me s' accresca in Cristo Gesù, col mio nuovo ritorno tra voi.


Filippesi 2:5
Coltivate in voi questi sentimenti che furono anche in Cristo Gesù:


Filippesi 2:10
affinché, nel nome di Gesù, si pieghi ogni ginocchio, degli esseri celesti, dei terrestri e dei sotterranei


Filippesi 2:11
e ogni lingua proclami, che Gesù Cristo è Signore, a gloria di Dio Padre.


Filippesi 2:19
Spero intanto nel Signore Gesù di inviarvi ben presto Timoteo, affinché anch' io, informato sulla vostra situazione, possa essere di buon animo.


Filippesi 2:21
Tutti infatti badano ai loro interessi e non a quelli di Cristo Gesù.


Filippesi 3:3
I veri circoncisi siamo noi, che prestiamo culto secondo lo spirito e, glorificandoci in Cristo Gesù, non riponiamo la nostra fiducia nella carne,


Filippesi 3:8
Anzi, li giudico tuttora una perdita a paragone della sublime conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il cui amore ho accettato di perderli tutti, valutandoli rifiuti, per guadagnare Cristo


Filippesi 3:12
Non che io sia già arrivato alla mèta o sia già in uno stato di perfezione, ma mi sforzo nel tentativo di afferrarla, perché anch' io sono stato afferrato da Cristo Gesù.


Filippesi 3:14
mi lancio verso la mèta, al premio della celeste chiamata di Dio in Cristo Gesù.


Filippesi 3:20
Noi però siamo cittadini del cielo, da dove attendiamo anche, come salvatore, il Signore Gesù Cristo,


Filippesi 4:7
Allora la pace di Dio, che sorpassa ogni preoccupazione umana, veglierà, in Cristo Gesù, sui vostri cuori e sui vostri pensieri.


Filippesi 4:19
Il mio Dio soddisferà ogni vostro bisogno in proporzione della sua ricchezza, in Cristo Gesù.


Filippesi 4:21
Salutate ciascun santo in Cristo Gesù; vi salutano i fratelli che sono con me.


Filippesi 4:23
La grazia del Signore Gesù Cristo sia col vostro spirito.


Colossesi 1:1
Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volere di Dio, e il fratello Timoteo,


Colossesi 1:3
Noi ringraziamo costantemente Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, pregando per voi,


Colossesi 1:4
perché siamo stati informati della vostra fede in Cristo Gesù e dell' amore che praticate verso tutti i santi


Colossesi 2:6
Come dunque avete ricevuto il Cristo Gesù, il Signore, in lui continuate a vivere,


Colossesi 3:17
e qualunque cosa possiate dire o fare, agite sempre nel nome del Signore Gesù, ringraziando Dio Padre per mezzo di lui.


Colossesi 4:11
e Gesù detto Giusto. Di quelli che vengono dalla circoncisione, questi sono gli unici che collaborano con me al regno di Dio: furono loro il mio unico conforto.


Colossesi 4:12
Vi saluta Epafra, vostro concittadino, servo di Cristo Gesù; egli lotta continuamente per voi nelle sue preghiere affinché stiate saldi, perfetti e sinceramente dediti a compiere la volontà di Dio.


1 Tessalonicesi 1:1
Paolo, Silvano e Timoteo alla chiesa dei Tessalonicesi, in Dio Padre e nel Signore Gesù Cristo, grazia a voi e pace.


1 Tessalonicesi 1:3
avendo incessantemente presente, davanti a Dio e nostro Padre, l' opera della vostra fede, lo sforzo della vostra carità, la fermezza della vostra speranza, nel Signore nostro Gesù Cristo.


1 Tessalonicesi 1:10
e per aspettare dai cieli il suo Figlio, che egli risuscitò dai morti, Gesù, che ci libera dall' ira che viene.


1 Tessalonicesi 2:14
Infatti voi, o fratelli, siete diventati imitatori delle chiese di Dio che sono nella Giudea, in Cristo Gesù; poiché voi pure avete sofferto le stesse persecuzioni da parte dei vostri compatrioti, come quelle da parte dei Giudei,


1 Tessalonicesi 2:15
i quali uccisero il Signore Gesù e i profeti e perseguitarono noi: essi non piacciono a Dio e sono nemici a tutti gli uomini;


1 Tessalonicesi 2:19
Chi, infatti, è la nostra speranza, la nostra gioia e la nostra corona di gloria davanti al Signore nostro Gesù Cristo alla sua parusia, se non proprio voi?


1 Tessalonicesi 3:11
Che lo stesso Dio e Padre nostro, e il Signore nostro Gesù, ci spianino la via verso di voi.


1 Tessalonicesi 3:13
affinché confermi i vostri cuori irreprensibili nella santità davanti a Dio nostro Padre, nella venuta del Signore nostro Gesù con tutti i suoi santi.


1 Tessalonicesi 4:1
Per il resto, fratelli, vi preghiamo e supplichiamo nel Signore Gesù Cristo: come avete appreso da noi il modo di vivere e di piacere a Dio e come già vivete, così progredite sempre più.


1 Tessalonicesi 4:2
Voi sapete quali prescrizioni vi abbiamo dato nel Signore Gesù.


1 Tessalonicesi 4:14
Se infatti crediamo che Gesù è morto ed è risuscitato, così Dio riunirà con lui anche quanti si sono addormentati in Gesù.


1 Tessalonicesi 5:9
Dio non ci ha destinati all' ira, ma all' acquisto della salute per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo,


1 Tessalonicesi 5:18
Rendete grazie in ogni cosa: questa è la volontà di Dio a vostro riguardo, in Gesù Cristo.


1 Tessalonicesi 5:23
Egli stesso, il Dio della pace, vi santifichi totalmente e tutto il vostro essere, spirito, anima e corpo, siano custoditi irreprensibili per la parusia del Signore nostro Gesù Cristo.


1 Tessalonicesi 5:28
La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con voi.


2 Tessalonicesi 1:1
Paolo, Silvano e Timoteo alla chiesa dei Tessalonicesi, in Dio nostro Padre e nel Signore Gesù Cristo:


2 Tessalonicesi 1:2
sia a voi grazia e pace da parte di Dio Padre e del Signore Gesù Cristo.


2 Tessalonicesi 1:7
e sollievo a voi, tribolati insieme a noi, quando verrà la manifestazione del Signore Gesù dal cielo insieme con gli angeli della sua potenza,


2 Tessalonicesi 1:8
nel fuoco ardente, che farà vendetta su quanti non vogliono riconoscere Dio né ubbidire al vangelo del Signore nostro Gesù.


2 Tessalonicesi 1:12
affinché sia glorificato in voi il nome del Signore nostro Gesù e voi in lui, per la grazia del nostro Dio e Signore Gesù Cristo.


2 Tessalonicesi 2:1
Vi preghiamo, fratelli, quanto alla venuta del Signore nostro Gesù e la nostra riunione con lui,


2 Tessalonicesi 2:8
Allora si manifesterà l' iniquo, che il Signore Gesù distruggerà con il soffio della sua bocca e annienterà con la manifestazione della sua parusia.


2 Tessalonicesi 2:14
Proprio a questo ha chiamato voi per mezzo del nostro vangelo, per il possesso della gloria del Signore nostro Gesù Cristo.


2 Tessalonicesi 2:16
Lo stesso Gesù Cristo, Signore nostro, e Dio nostro Padre che ci ha amati e ci ha dato, per sua grazia, una consolazione eterna e una buona speranza,


2 Tessalonicesi 3:6
Vi ordiniamo, però, fratelli, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, di stare lontani da tutti quei fratelli che vivono indisciplinatamente e non secondo l' insegnamento che ricevettero da noi.


2 Tessalonicesi 3:12
A questi tali comandiamo, e li ammoniamo nel Signore Gesù Cristo, che mangino il proprio pane, lavorando senza chiasso.


2 Tessalonicesi 3:18
La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con tutti voi.


1 Timoteo 1:1
Paolo, apostolo di Cristo Gesù per comando di Dio, nostro Salvatore e di Gesù Cristo, nostra speranza, a Timoteo, figliolo verace nella fede:


1 Timoteo 1:2
grazia, misericordia e pace da parte di Dio Padre e di Gesù Cristo, nostro Signore.


1 Timoteo 1:12
Pertanto io rendo grazie a Cristo Gesù, Signore nostro, che mi ha fortificato, perché mi stimò degno di fiducia ponendomi nel ministero;


1 Timoteo 1:14
che anzi, la grazia del Signore nostro sovrabbondò con la fede e la carità che è in Cristo Gesù.


1 Timoteo 1:15
è questa infatti una parola degna di fede e di ogni accoglienza: Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dei quali io sono il primo.


1 Timoteo 1:16
Ma appunto per questo ho ottenuto misericordia: perché Gesù Cristo mostrasse in me, per primo, tutta la sua longanimità, ad esempio di quelli che avrebbero creduto in lui per la vita eterna.


1 Timoteo 2:5
Unico infatti è Dio, unico anche il mediatore fra Dio e gli uomini, l' uomo Cristo Gesù,


1 Timoteo 3:13
Infatti, quelli che avranno ben servito si acquisteranno un grado onorifico e molta sicurezza nella fede che è in Gesù Cristo.


1 Timoteo 4:6
Proponendo queste cose ai fratelli, sarai davvero un buon ministro di Cristo Gesù, nutrito come sei delle parole della fede e della buona dottrina che hai diligentemente appreso.


1 Timoteo 5:21
Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù e davanti agli angeli eletti di osservare queste cose senza prevenzione, nulla facendo per favoritismo.


1 Timoteo 6:3
Se poi qualcuno insegna cose diverse e non aderisce alle sane parole, che sono quelle del Signore nostro Gesù Cristo, e alla dottrina secondo pietà,


1 Timoteo 6:13
Ti scongiuro, davanti a Dio che vivifica tutte le cose, e davanti a Cristo Gesù che testimoniò la bella confessione sotto Ponzio Pilato,


1 Timoteo 6:14
di conservare immacolato e irreprensibile il comandamento fino alla manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo:


2 Timoteo 1:1
Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, secondo la promessa di vita che è in Cristo Gesù,


2 Timoteo 1:2
a Timoteo, figlio carissimo: grazia, misericordia e pace da parte di Dio Padre e di Cristo Gesù, Signore nostro.


2 Timoteo 1:10
ma che è stata manifestata ora mediante l' apparizione del Salvatore nostro Gesù Cristo, che ha distrutto la morte e ha fatto risplendere la vita e l' immortalità per mezzo del vangelo,


2 Timoteo 1:13
Prendi per modello le sane parole che hai da me udito, nella fede e nell' amore che è in Cristo Gesù.


2 Timoteo 2:1
Tu, dunque, figlio mio, rafforzati nella grazia che è in Cristo Gesù,


2 Timoteo 2:3
Soffri insieme con me da buon soldato di Cristo Gesù.


2 Timoteo 2:8
Ricordati che Gesù Cristo, della stirpe di Davide, è risuscitato da morte secondo il mio vangelo.


2 Timoteo 2:10
Perciò io soffro tutte queste cose per gli eletti, affinché anch' essi ottengano la salvezza che è in Cristo Gesù, insieme alla gloria eterna.


2 Timoteo 3:12
Anche tutti coloro che vogliono vivere pienamente in Cristo Gesù, saranno perseguitati.


2 Timoteo 3:15
e che fin da bambino conosci le sacre Lettere: esse possono procurarti la sapienza che conduce alla salvezza per mezzo della fede in Cristo Gesù.


2 Timoteo 4:1
Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù, che verrà a giudicare i vivi e i morti, per la sua apparizione e il suo regno:


2 Timoteo 4:22
Il Signore Gesù sia col tuo spirito. La grazia sia con voi.


Tito 1:1
Paolo, servo di Dio, apostolo di Gesù Cristo in favore della fede degli eletti di Dio e della conoscenza della verità conforme alla pietà,


Tito 1:4
a Tito, figliolo verace secondo la fede comune: grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro Salvatore.


Tito 2:13
in attesa della beata speranza e della manifestazione della gloria del grande Dio e Salvatore nostro Gesù Cristo,


Tito 3:6
che egli effuse sopra di noi in abbondanza per mezzo di Gesù Cristo, nostro Salvatore,


Filemone 1:1
Paolo, prigioniero di Cristo Gesù, e il fratello Timoteo, al diletto Filemone e nostro collaboratore,


Filemone 1:3
grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e da Gesù Cristo Signore.


Filemone 1:5
sentendo parlare del tuo amore e della fede che hai verso il Signore Gesù e verso tutti i santi,


Filemone 1:9
ti supplico piuttosto in nome dell' amore, io Paolo, vecchio e per di più, ora, prigioniero di Cristo Gesù,


Filemone 1:23
Ti salutano Epafra, mio compagno di prigione in Cristo Gesù,


Filemone 1:25
La grazia del Signore Gesù Cristo sia col vostro spirito.


Ebrei 2:9
Contempliamo invece Gesù, per poco abbassato al di sotto degli angeli, coronato di gloria e onore attraverso la passione della morte, affinché per la bontà di Dio gustasse la morte per ogni uomo.


Ebrei 3:1
Perciò, fratelli santi, partecipi di una vocazione celeste, fissate lo sguardo su Gesù, l' apostolo e pontefice della nostra confessione di fede,


Ebrei 3:3
Infatti [Gesù] è stato fatto degno di una gloria tanto maggiore di quella di Mosè, quanto l' onore di chi fabbrica la casa è maggiore di quello della casa.


Ebrei 4:14
Avendo dunque un pontefice grande, che ha attraversato i cieli, Gesù Figlio di Dio, teniamoci saldi nella professione della fede.


Ebrei 6:20
dove è già entrato per noi, precursore, Gesù, divenuto sommo sacerdote in eterno, secondo l' ordine di Melchìsedek.


Ebrei 7:22
in tanto Gesù è divenuto garante di una migliore alleanza.


Ebrei 10:10
Nella quale volontà siamo stati santificati mediante l' offerta del corpo di Gesù Cristo una volta per sempre.


Ebrei 10:19
Avendo dunque, o fratelli, la confidenza di entrare nel santuario, nel sangue di Gesù,


Ebrei 12:2
avendo lo sguardo fisso su Gesù, autore e consumatore della fede, il quale, in luogo della gioia che gli si proponeva davanti, si sottopose alla croce, sprezzando l' ignominia, e ora siede alla destra del trono di Dio.


Ebrei 12:24
a Gesù, mediatore di una alleanza nuova, e al sangue di aspersione che parla meglio di quello di Abele.


Ebrei 13:8
Gesù Cristo è lo stesso ieri e oggi e nei secoli.


Ebrei 13:12
Perciò anche Gesù, per santificare il popolo mediante il proprio sangue, ha sofferto fuori della porta.


Ebrei 13:20
Il Dio della pace che ha fatto risalire dai morti il grande Pastore delle pecore nel sangue dell' alleanza eterna, il Signore nostro Gesù Cristo,


Ebrei 13:21
vi renda pronti a ogni opera buona, per fare la volontà sua, operando in noi ciò che piace ai suoi sguardi, per Gesù Cristo, a cui la gloria per tutti i secoli. Amen.


Giacomo 1:1
Giacomo, servo di Dio e del Signore Gesù Cristo, alle dodici tribù che si trovano disseminate nel mondo: salute!


Giacomo 2:1
Fratelli miei, non potrete mantenere la fede nel nostro Signore glorioso Gesù Cristo, praticando favoritismi di persona.


1 Pietro 1:1
Pietro, apostolo di Gesù Cristo, ai pellegrini della dispersione residenti nel Ponto, Galazia, Cappadocia, Asia e Bitinia, eletti


1 Pietro 1:2
secondo la prescienza di Dio Padre nella santificazione dello Spirito all' obbedienza e alla purificazione del sangue di Gesù Cristo: grazia e pace abbondino per voi!


1 Pietro 1:3
Benedetto sia Dio e Padre del Signore nostro Gesù Cristo il quale, secondo l' abbondanza della sua benevolenza, ci generò di nuovo per una speranza vivente in forza della resurrezione dai morti di Gesù Cristo,


1 Pietro 1:7
affinché la genuinità della vostra fede, molto più preziosa dell' oro che perisce e che pure viene purificato col fuoco, sia verificata come un titolo di lode, di gloria e di onore nella manifestazione di Gesù Cristo.


1 Pietro 1:13
Perciò, con i fianchi della vostra mente succinti, in uno stato di sobrietà, sperate completamente nella grazia che vi viene portata nella manifestazione di Gesù Cristo.


1 Pietro 2:5
siete costruiti anche voi come pietre viventi in edificio spirituale per formare un organismo sacerdotale santo, che offra sacrifici spirituali bene accetti a Dio per mezzo di Gesù Cristo.


1 Pietro 3:21
figura, questa, del battesimo, che ora salva voi: esso non è un deporre la sordidezza materiale, ma l' impegno preso con Dio di una coscienza retta, in forza della risurrezione di Gesù Cristo,


1 Pietro 4:11
Chi parla, parli parole di Dio; chi serve, lo faccia in base a quell' energia che elargisce Dio, in modo che in tutto Dio sia glorificato per mezzo di Gesù Cristo, al quale appartiene la gloria e la potenza per i secoli dei secoli. Amen.


2 Pietro 1:1
Simeone Pietro, servo e apostolo di Gesù Cristo, a coloro che hanno ricevuto la fede, ugualmente preziosa, che abbiamo ricevuto noi nella giustizia del nostro Dio e salvatore Gesù Cristo.


2 Pietro 1:2
Grazia e pace abbondino per voi, in una conoscenza approfondita di Dio e di Gesù Cristo Signore nostro.


2 Pietro 1:8
Tutte queste qualità, se saranno presenti e abbonderanno in voi, vi permetteranno di non essere inerti e infruttuosi nella conoscenza approfondita del Signore nostro Gesù Cristo.


2 Pietro 1:11
Così infatti vi sarà elargito doviziosamente l' ingresso nel regno eterno del Signore nostro e salvatore Gesù Cristo.


2 Pietro 1:14
sapendo che il tempo di levare la mia tenda è vicino, come anche il Signore nostro Gesù Cristo mi manifestò.


2 Pietro 1:16
Poiché non abbiamo seguito dei miti sofisticati per manifestarvi la forza e il ritorno del Signore nostro Gesù Cristo: siamo stati invece spettatori oculari della sua grandezza.


2 Pietro 2:20
Se infatti dopo aver fuggito le brutture del mondo mediante la conoscenza approfondita del Signore nostro e salvatore Gesù Cristo, impigliandovisi di nuovo, sono vinti, la loro situazione ultima diventa peggiore di quella iniziale.


2 Pietro 3:18
Crescete nella grazia e nella conoscenza del Signore nostro e salvatore Gesù Cristo. A lui la gloria ora e fino al giorno dell' eternità. Amen.


1 Giovanni 1:3
colui che abbiamo veduto e sentito lo annunziamo a voi, affinché anche voi abbiate comunione con noi. La nostra comunione è con il Padre e con il suo Figlio Gesù Cristo.


1 Giovanni 1:7
Se invece camminiamo nella luce, come lui è nella luce, noi siamo in comunione gli uni con gli altri e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.


1 Giovanni 2:1
Figli miei, io vi scrivo queste cose affinché voi non pecchiate. Ma se qualcuno pecca, noi abbiamo come intercessore presso il Padre Gesù Cristo, che è giusto.


1 Giovanni 2:22
E chi è il mentitore se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Questi è l' anticristo, colui che nega il Padre e il Figlio.


1 Giovanni 3:23
Questo è il suo comandamento: dobbiamo credere nel nome del suo Figlio Gesù Cristo e dobbiamo amarci gli uni e gli altri, secondo il comandamento che egli ci ha dato.


1 Giovanni 4:2
Da questo voi conoscete lo spirito di Dio: ogni spirito che confessa Gesù Cristo venuto nella carne è da Dio;


1 Giovanni 4:3
e ogni spirito che non confessa Gesù non è da Dio. Ma questo è lo spirito dell' anticristo, del quale avete sentito che deve venire, anzi è già nel mondo.


1 Giovanni 4:15
Chi confessa che Gesù è il Figlio di Dio, Dio in lui rimane ed egli in Dio.


1 Giovanni 5:1
Chi crede che Gesù è il Cristo è nato da Dio; e chi ama colui che ha generato ama anche chi è stato generato da lui.


1 Giovanni 5:5
Ma chi è colui che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio?


1 Giovanni 5:6
Questi è colui che è venuto con acqua e con sangue: Gesù Cristo; non soltanto con l' acqua, ma con l' acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che ne dà testimonianza, poiché lo Spirito è la verità.


1 Giovanni 5:20
Sappiamo anche che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l' intelligenza per conoscere Colui che è il Vero. E noi siamo in Colui che è il Vero, nel Figlio suo Gesù Cristo. Questi è il vero Dio e la vita eterna.


2 Giovanni 1:3
Con noi siano grazia, misericordia e pace da parte di Dio Padre e da parte di Gesù Cristo, il Figlio del Padre, in verità e amore.


2 Giovanni 1:7
Poiché molti seduttori si sono introdotti nel mondo, i quali non confessano che Gesù Cristo è venuto nella carne; questi tali sono il seduttore e l' anticristo.


3 Giovanni 1:7
Infatti si sono messi in cammino per il nome di Gesù, senza ricevere nulla dai pagani.


Giuda 1:1
Giuda, servo di Gesù Cristo, fratello di Giacomo, ai chiamati, amati in Dio Padre e custoditi per Gesù Cristo:


Giuda 1:4
Si sono infatti infiltrati tra voi alcuni individui, i quali già da tempo si sono prenotati per questa condanna, empi, che stravolgono la grazia del nostro Dio in dissolutezza e rinnegano il nostro unico padrone e Signore Gesù Cristo.


Giuda 1:17
Ma voi, carissimi, ricordatevi delle parole dette già dagli apostoli del Signore nostro Gesù Cristo.


Giuda 1:21
mantenetevi nell' amore di Dio, aspettando la benevolenza del Signore nostro Gesù Cristo in vista della vita eterna.


Giuda 1:25
al Dio unico, nostro salvatore per mezzo di Gesù Cristo Signore nostro, gloria, grandezza, potenza prima di ogni tempo, ora e per tutti i tempi avvenire. Amen.


Apocalisse 1:1
Rivelazione di Gesù Cristo, che gli fu data da Dio affinché mostrasse ai suoi servi le cose che debbono accadere fra breve, e che egli comunicò, con l' invio del suo angelo, al suo servo Giovanni,


Apocalisse 1:2
il quale attesta la parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo, secondo quanto vide.


Apocalisse 1:5
e da parte di Gesù Cristo, colui che è il Testimone fedele, il Primo-nato fra i morti, il Principe dei re della terra. A lui che ci ama e ci ha prosciolti dai nostri peccati nel suo sangue


Apocalisse 1:9
Io Giovanni, vostro fratello e a voi associato nella tribolazione, nel regno e nella costanza in Gesù, mi trovavo nell' isola chiamata Patmos, a causa della parola di Dio e della testimonianza di Gesù.


Apocalisse 12:17
Allora questo s' adirò maggiormente contro la donna e si mise a far guerra contro i rimanenti della discendenza di lei, quelli che osservano i comandamenti di Dio e posseggono la testimonianza di Gesù.


Apocalisse 14:12
Sta qui la pazienza dei santi, che conservano i divini precetti e la fede di Gesù.


Apocalisse 17:6
E potei scorgere come la donna fosse ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Al vederla io fui preso da grande meraviglia.


Apocalisse 19:10
Allora caddi ai suoi piedi in segno di adorazione; ma egli mi disse: "Guàrdati dal farlo! Io sono servo come te e come i tuoi fratelli, che posseggono la testimonianza di Gesù. è Dio che devi adorare".


Apocalisse 20:4
Apparvero poi dei seggi; a quelli che vi si assisero fu data potestà di giudicare; vidi, inoltre, le anime di coloro che sono stati decapitati a causa della testimonianza di Gesù e la parola di Dio, come anche le anime di quelli che non hanno adorato la bestia e la sua immagine, né hanno ricevuto il marchio sulla fronte o sulla mano: risuscitati, entrarono con Cristo nel regno millenario.


Apocalisse 22:16
"Io, Gesù, ho inviato il mio angelo che attestasse a voi quanto concerne le chiese. Io sono la radice, la stirpe di Davide, la stella lucente del mattino".


Apocalisse 22:20
Colui che attesta queste cose dice: "Sì, vengo presto!". Amen. Vieni, o Signore Gesù!


Apocalisse 22:21
La grazia del Signore Gesù sia con tutti i santi. Amen.


Italian Bible (IPN) 1996
No Data