2 Samuele 2

1

Dopo questi fatti, Davide consultò il Signore dicendo: "Devo andare in qualcuna delle città di Giuda?". Il Signore gli rispose: "Và!". Chiese ancora Davide: "Dove andrò?". Rispose: "A Ebron".

2

Davide dunque andò là con le sue due mogli, Achinoam di Izreel e Abigail, già moglie di Nabal da Carmel.

3

Davide portò con sé anche i suoi uomini, ognuno con la sua famiglia, e abitarono nella città di Ebron.

4

Vennero allora gli uomini di Giuda e qui unsero Davide re sulla casa di Giuda. Come fu noto a Davide che gli uomini di Iabes di Gàlaad avevano sepolto Saul,

5

Davide inviò messaggeri agli uomini di Iabes di Gàlaad per dir loro: "Benedetti voi dal Signore, perché avete fatto quest`opera di misericordia a Saul, vostro signore, e gli avete dato sepoltura.

6

Vi renda dunque il Signore misericordia e fedeltà. Anch`io farò a voi del bene perché avete compiuto quest`opera.

7

Ora riprendano coraggio le vostre mani e siate uomini forti. E` morto Saul vostro signore, ma quelli della tribù di Giuda hanno unto me come re sopra di loro".

8

Intanto Abner figlio di Ner, capo dell`esercito di Saul, prese Is-Baal, figlio di Saul e lo condusse a Macanaim.

9

Poi lo costituì re su Gàlaad, sugli Asuriti, su Izreel, su Efraim e su Beniamino, cioè su tutto Israele.

10

Is-Baal, figlio di Saul, aveva quarant`anni quando fu fatto re di Israele e regnò due anni. Solo la casa di Giuda seguiva Davide.

11

Il periodo di tempo durante il quale Davide fu re di Ebron fu di sette anni e sei mesi.

12

Abner figlio di Ner e i ministri di Is-Baal, figlio di Saul, si mossero da Macanaim verso Gabaon.

13

Anche Ioab, figlio di Zeruia, e i seguaci di Davide si mossero e li incontrarono presso la piscina di Gabaon. Questi stavano presso la piscina da una parte e quelli dall`altra parte.

14

Abner gridò a Ioab: "Potrebbero alzarsi i giovani e scontrarsi davanti a noi". Ioab rispose: "Si alzino pure".

15

Si alzarono e sfilarono in rassegna: dodici dalla parte di Beniamino e di Is-Baal figlio di Saul e dodici tra i seguaci di Davide.

16

Ciascuno afferrò la testa dell`avversario e gli cacciò la spada nel fianco: così caddero tutti insieme e quel luogo fu chiamato Campo dei Fianchi, che si trova in Gabaon.

17

La battaglia divenne in quel giorno molto dura e furono sconfitti Abner e gli Israeliti dai seguaci di Davide.

18

Vi erano là tre figli di Zeruia, Ioab, Abisai e Asael. Asael era veloce nella corsa come una gazzella selvatica.

19

Asael si era messo ad inseguire Abner e non deviava né a destra né a sinistra nell`inseguire Abner.

20

Abner si volse indietro e gli gridò: "Tu sei Asael?". Rispose: "Sì".

21

Abner aggiunse: "Volgiti a destra o a sinistra, afferra qualcuno dei giovani e porta via le sue spoglie". Ma Asael non volle cessare di inseguirlo.

22

Abner tornò a dirgli: "Smetti di inseguirmi. Perché vuoi che ti stenda a terra? Come potrò alzare lo sguardo verso Ioab tuo fratello?".

23

Ma siccome quegli non voleva saperne di ritirarsi, lo colpì con la punta della lancia al basso ventre, così che la lancia gli uscì di dietro ed egli cadde sul posto. Allora quanti arrivarono al luogo dove Asael era caduto e morto si fermarono.

24

Ma Ioab e Abisai inseguirono Abner, finché, al tramonto del sole, essi giunsero alla collina di Amma, di fronte a Ghiach, sulla strada del deserto di Gabaon.

25

I Beniaminiti si radunarono dietro Abner formando un gruppo compatto e si fermarono in cima ad una collina.

26

Allora Abner gridò a Ioab: "Dovrà continuare per sempre la spada a divorare? Non sai che alla fine sarà una sventura? Quando finalmente darai ordine alla truppa di cessare l`inseguimento dei loro fratelli?".

27

Rispose Ioab: "Per la vita di Dio, se tu non avessi parlato così, nessuno della truppa avrebbe cessato fino al mattino di inseguire il proprio fratello".

28

Allora Ioab fece suonare la tromba e tutta la truppa si fermò e non inseguì più Israele e non combattè più.

29

Abner e i suoi uomini marciarono per l`Araba tutta quella notte; passarono il Giordano, camminarono tutta la mattinata e arrivarono a Macanaim.

30

Ioab, tornato dall`inseguimento di Abner, radunò tutta la truppa. Degli uomini di Davide ne mancavano diciannove oltre Asael.

31

Ma i servi di Davide avevano colpito e ucciso trecentosessanta uomini tra i Beniaminiti e la gente di Abner.

32

Essi presero Asael e lo seppellirono nel sepolcro di suo padre, che è in Betlemme. Ioab e i suoi uomini marciarono tutta la notte; spuntava il giorno quando furono in Ebron.