Bibbia Lettura Plan
Maggio 27


1 Samuele 4:1-21
1. La parola di Samuele si rivolse a tutto Israele. In quei giorni i Filistei si radunarono per combattere contro Israele. Allora Israele scese in campo a dar battaglia ai Filistei. Essi si accamparono presso Eben-Ezer mentre i Filistei s`erano accampati in Afèk.
2. I Filistei si schierarono per attaccare Israele e la battaglia divampò, ma Israele ebbe la peggio di fronte ai Filistei e caddero sul campo, delle loro schiere, circa quattromila uomini.
3. Quando il popolo fu rientrato nell`accampamento, gli anziani d`Israele si chiesero: "Perchè ci ha percossi oggi il Signore di fronte ai Filistei? Andiamo a prenderci l`arca del Signore a Silo, perchè venga in mezzo a noi e ci liberi dalle mani dei nostri nemici".
4. Il popolo mandò subito a Silo a prelevare l`arca del Dio degli eserciti che siede sui cherubini: c`erano con l`arca di Dio i due figli di Eli, Ofni e Finees.
5. Non appena l`arca del Signore giunse all`accampamento, gli Israeliti elevarono un urlo così forte che ne tremò la terra.
6. Anche i Filistei udirono l`eco di quell`urlo e dissero: "Che significa il risuonare di quest`urlo così forte nell`accampamento degli Ebrei?". Poi vennero a sapere che era arrivata nel loro campo l`arca del Signore.
7. I Filistei ne ebbero timore e si dicevano: "E` venuto il loro Dio nel loro campo!", ed esclamavano: "Guai a noi, perchè non è stato così né ieri né prima.
8. Guai a noi! Chi ci libererà dalle mani di queste divinità così potenti? Queste divinità hanno colpito con ogni piaga l`Egitto nel deserto.
9. Risvegliate il coraggio e siate uomini, o Filistei, altrimenti sarete schiavi degli Ebrei, come essi sono stati vostri schiavi. Siate uomini dunque e combattete!".
10. Quindi i Filistei attaccarono battaglia, Israele fu sconfitto e ciascuno fu costretto a fuggire nella sua tenda. La strage fu molto grande: dalla parte d`Israele caddero tremila fanti.
11. In più l`arca di Dio fu presa e i due figli di Eli, Ofni e Finees, morirono.
12. Uno della tribù di Beniamino fuggì dalle file e venne a Silo il giorno stesso, con le vesti stracciate e polvere sul capo.
13. Mentre giungeva, ecco Eli stava sul sedile presso la porta e scrutava la strada di Mizpa, perchè aveva il cuore in ansia per l`arca di Dio. Venne dunque l`uomo e diede l`annuncio in città e tutta la città alzò lamenti.
14. Eli, sentendo il rumore delle grida, si chiese: "Che sarà questo grido di tumulto?". Intanto l`uomo si avanzò in gran fretta e narrò a Eli ogni cosa.
15. Eli era vecchio di novantotto anni, aveva gli occhi irrigiditi e non poteva più vedere.
16. Disse dunque quell`uomo a Eli: "Sono giunto dal campo. Sono fuggito oggi dalle schiere dei combattenti". Eli domandò: "Che è dunque accaduto, figlio mio?".
17. Rispose il messaggero: "Israele è fuggito davanti ai Filistei e nel popolo v`è stata grande strage; inoltre i tuoi due figli Ofni e Finees sono morti e l`arca di Dio è stata presa!".
18. Appena ebbe accennato all`arca di Dio, Eli cadde all`indietro dal sedile sul lato della porta, battè la nuca e morì, perchè era vecchio e pesante. Egli aveva giudicato Israele per quarant`anni.
19. La nuora di lui, moglie di Finees, incinta e prossima al parto, quando sentì la notizia che era stata presa l`arca di Dio e che erano morti il suocero e il marito, s`accosciò e partorì, colta dalle doglie.
20. Mentre era sul punto di morire, le dicevano quelle che le stavano attorno: "Non temere, hai partorito un figlio". Ma essa non rispose e non ne fece caso.
21. Ma chiamò il bambino Icabod, cioè: "Se n`è andata lungi da Israele la gloria!" riferendosi alla cattura dell`arca di Dio e al suocero e al marito.

1 Samuele 5:1-12
1. I Filistei, catturata l`arca di Dio, la portarono da Eben-Ezer ad Asdod.
2. I Filistei poi presero l`arca di Dio e la introdussero nel tempio di Dagon.
3. Il giorno dopo i cittadini di Asdod si alzarono ed ecco Dagon giaceva con la faccia a terra davanti all`arca del Signore; essi presero Dagon e lo rimisero al suo posto.
4. Si alzarono il giorno dopo di buon mattino ed ecco Dagon con la faccia a terra davanti all`arca del Signore, mentre il capo di Dagon e le palme delle mani giacevano staccate sulla soglia; solo il tronco era rimasto a Dagon.
5. A ricordo di ciò i sacerdoti di Dagon e quanti entrano nel tempio di Dagon in Asdod non calpestano la soglia fino ad oggi.
6. Allora incominciò a pesare la mano del Signore sugli abitanti di Asdod, li devastò e li colpì con bubboni, Asdod e il suo territorio.
7. I cittadini di Asdod, vedendo che le cose si mettevano in tal modo, dissero: "Non rimanga con noi l`arca del Dio d`Israele, perchè la sua mano è troppo pesante contro Dagon nostro dio!".
8. Allora, fatti radunare presso di loro tutti i principi dei Filistei, dissero: "Che cosa si deve fare dell`arca del Dio d`Israele?". Dissero: "Si porti a Gat l`arca del Dio d`Israele". E portarono a Gat l`arca del Dio d`Israele.
9. Ma ecco, dopo che l`ebbero trasportata, la mano del Signore si fece sentire sulla città con terrore molto grande, colpendo gli abitanti della città dal più piccolo al più grande e provocando loro bubboni.
10. Allora mandarono l`arca di Dio ad Accaron; ma all`arrivo dell`arca di Dio ad Accaron, i cittadini protestarono: "Mi hanno portato qui l`arca del Dio d`Israele, per far morire me e il mio popolo!".
11. Fatti perciò radunare tutti i capi dei Filistei, dissero: "Mandate via l`arca del Dio d`Israele!". Infatti si era diffuso un terrore mortale in tutta la città, perchè la mano di Dio era molto pesante.
12. Quelli che non morivano erano colpiti da bubboni e i lamenti della città salivano al cielo.

Salmi 54:1-7
1. Al maestro del coro. Per strumenti a corda. Maskil. Di Davide.
2. Porgi l`orecchio, Dio, alla mia preghiera, non respingere la mia supplica;
3. dammi ascolto e rispondimi, mi agito nel mio lamento e sono sconvolto
4. al grido del nemico, al clamore dell`empio. Contro di me riversano sventura, mi perseguitano con furore.
5. Dentro di me freme il mio cuore, piombano su di me terrori di morte.
6. Timore e spavento mi invadono e lo sgomento mi opprime.
7. Dico: "Chi mi darà ali come di colomba, per volare e trovare riposo?

Proverbi 15:12-13
12. Lo spavaldo non vuol essere corretto, egli non si accompagna con i saggi.
13. Un cuore lieto rende ilare il volto, ma, quando il cuore è triste, lo spirito è depresso.

Luca 21:1-19
1. Alzati gli occhi, vide alcuni ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro.
2. Vide anche una vedova povera che vi gettava due spiccioli
3. e disse: "In verità vi dico: questa vedova, povera, ha messo più di tutti.
4. Tutti costoro, infatti, han deposto come offerta del loro superfluo, questa invece nella sua miseria ha dato tutto quanto aveva per vivere".
5. Mentre alcuni parlavano del tempio e delle belle pietre e dei doni votivi che lo adornavano, disse:
6. "Verranno giorni in cui, di tutto quello che ammirate, non resterà pietra su pietra che non venga distrutta".
7. Gli domandarono: "Maestro, quando accadrà questo e quale sarà il segno che ciò sta per compiersi?".
8. Rispose: "Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli.
9. Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine".
10. Poi disse loro: "Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno,
11. e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo.
12. Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome.
13. Questo vi darà occasione di render testimonianza.
14. Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa;
15. io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere.
16. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi;
17. sarete odiati da tutti per causa del mio nome.
18. Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà.
19. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.